Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Il Marocco. Il paese delle meraviglie e il suo Té

Scritto da LDN - 100viaggi • Sabato, 21 marzo 2009 • Categoria: Marocco



Il Marocco è un paese dove è possibile trovare infiniti motivi d’interesse; la ricchezza di un’eredità culturale unica, lo splendore delle città Imperiali e dei villaggi fortificati, la molteplicità di paesaggi indimenticabili, la creatività di un artigianato di talento, il senso innato dell’accoglienza marocchina ed il piacere di un clima privilegiato sono alcuni tra i segreti più preziosi di questo paese affascinante e fiero.


Dalle splendide città alle dune del deserto il Marocco esprime intatta la sua bellezza e potrete conoscere le antiche civiltà, i souks colorati, i palazzi lussuosi e la natura incontaminata attraverso viaggi classici, insoliti e su misura, creati per soddisfare tutte le esigenze.

Un paese dai grandi spazi, dai panorami mozzafiato e dalle infinite bellezze. Un paese dove modernità e tradizione convivono, dove abitudini millenarie hanno trovato collocazione tra la tecnologia di oggi. Un paese diviso in due mondi: le grandi città storiche, centri raffinati di cultura e un mondo di pastori, villaggi, oasi e deserto.



In questo paese dalle straordinarie meraviglie c'è un comune denominatore che lega indissolubilmente l'arte, la cultura e la storia del Marocco. Sua Maestà il Té Nero.
La presenza in ogni momento della vita degli abitanti del Marocco segna i ritmi della società di ieri e di oggi e la tradizione vuole che questa preziosa bevanda sia considerata un nettare quasi divino, con i suoi riti e le suepeculiarità uniche.


La composizione del Té nero è la seguente: Té verde, un bel mazzetto di menta e zucchero. Ma la tradizione vuole che lo zucchero non sia quello comune, bensì quello venduto a pani, di forma conica, avvolti da carta azzurra (color carta da zucchero).
E' indispensabile un bollitore perennemente sul fuoco (una teiera) e un numero di bicchieri sempre superiore alla presenza dei convitati. Ma oltre a questi due elementi, sarà necessario un martelletto o uno speciale sasso per rompere il panetto di zucchero.


Nel bollitore verrà versato il té, la menta e i pezzettini di zucchero e solo il "maestro", ovvero colui che si offre per la preparazione della bevanda, deciderà il momento in cui sorseggiare questa bevanda.

Essere ospiti in una casa del luogo è un vero onore poter bere del té.
Il "Maestro", prima di offrirvelo, ne assaggierà una piccola dose. Dopo, con gesti rituali, verserà il contenuti nei bicchieri dal più alto possibile, affinché si formi nel bicchierino una schiumetta cremosa che diffonda gli aromi nell'aria.


Marocco: storia, cultura e tradizione e sua Maestà il Té nero.

Foto: Zingaro. I am a gipsy too, moriben, rhurtubia
6288 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

2 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. The photos of these different spices is nice to see...
  2. Esorto tutti i viaggiatori a visitare il Marocco. è un paese molto amichevole. :-)

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA