Viaggiare: lo spazio di una vacanza

A Rapa Nui convivono misteri irrisolti ed un ... elisir di lunga vita!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 23 luglio 2009 • Categoria: Chile



I misteri che l'Isola di Pasqua o Rapa Nui racchiude in sè non avvolgono solo le pietre delle statue Moai.

I "Rongorongo", raffigurazioni scolpite sia all'interno delle grotte (considerate, in passato, luoghi di culto) sia sulle 22 tavolette di legno (ritrovate tra il 1722 ed il 1868)  sembrerebbero contenere un altrettanto affascinante punto interrogativo.

Si tratta di  geroglifici riproducenti migliaia di simboli. Tali segni non sono stati ancora decifrati, ma è interessante sapere che in Pakistan, nell'antica città di  Mohenjo-daro sono state ritrovate scritture pressochè identiche ai "Rongorongo"!

Altrettanto interessanti sono i petroglifici, immagini scolpite sulla roccia, rappresentanti l'uovo della fertilità e l'uomo uccello. Il Tapati, la gara che si svolge ogni anno nell'isola, ricalca gli antichi culti pasquensi che risalirebbero ad epoche anteriori al 1500 d.c.

Il rituale dell'uomo-uccello  prevedeva l'elezione di un rappresentante per ogni clan: i giovani eletti dovevano gettarsi dalle scogliere del vulcano Orongo, nuotare un tratto di mare gelido, infestato da squali e pieno di pericolose correnti marine, raggiungere lo scoglio Motu Nui e trovare l'uovo sacro. A quel punto si ripercorreva il tragitto a ritroso, con l'uovo avvolto sopra la testa, e si consegnava intatto al capo clan che, da quel momento e per un anno intero, sarebbe divenuto il Re, il Manutara (l'uomo-uccello) di Rapa Nui.




La scrittura Rongorongo, il culto dell'uomo uccello, le cerimonie funebri, i ritrovamenti del muro pre-incaico e ... non solo, presentano elementi in comune con la civiltà egizia, celtica, araba e mediorientale.

Tali collegamenti hanno scatenato il proliferarsi delle più disparate teorie: molti studiosi sono convinti  che, nell'evoluzione umana, sarebbe esistito  un'apice tecnologico e scientifico 10.000 anni prima di Cristo e che, in seguito ad una catastrofe mondiale, i pochi superstiti avrebbero dovuto iniziare tutto da capo, trasponendo nel mito i ricordi del loro passato. Altrettanto interessante è la teoria dei ponti di terra emersa: interi continenti che con il tempo sarebbero sprofondati negli abissi.  Questo spiegherebbe il patrimonio culturare e mitologico comune a molte civiltà.



C'è un posto a Rapanui dove viene rappresentato ciò che il suo antico popolo chiamava "l'ombelico del mondo": un grande sasso con attorno 4 piccole pietre simboleggianti i 4 punti cardinali. La pietra "magica", dotata di un forte magnetismo, fa impazzire tutti gli aghi delle bussole e, a detta della popolazione locale, sprigionerebbe una serie di energie positive ... ma non è tutto ...

Lo sapevate che Rapa Nui oltre ad essere l'isola dei misteri  irrisolti racchiuderebbe anche una sostanza capace di allungare la vita agli esseri umani di almeno 10 anni?




La Rapamicina, scoperta negli anni '70 è una sostanza ottenuta da un campione di terreno dell'isola. La scoperta,  i cui risultati sono contenuti nella rivista scientifica "Nature", è avvenuta in seguito agli studi effettuati da un'équipe di scienziati  guidati dal dr David Harrison del Jackson Laboratory nel Maine. Gli esperimenti su topi adulti dimostrano che il processo di invecchiamento può essere rallentato: sui topi maschi l’aspettativa di vita è aumentata del 28%, sulle femmine del 38%.

Il farmaco
viene già impiegato per prevenire il rigetto nei pazienti che hanno avuto un trapianto d'organo o che hanno subito un'angioplastica, mentre è in fase di sperimentazione sul fronte della lotta ai tumori.

Ci vorranno ancora degli anni per poter esprimere un ottimismo sull'eventuale rallentamento della vecchiaia: al momento, infatti, l'utilizzo della Rapamicina ha la pericolosa controindicazione di abbassare le difese immunitarie: si vivrebbe è vero di più, ma ci sarebbe anche una maggiore propensione ad ammalarsi.

Qualunque siano i risultati futuri Rapa Nui, l'Isola di Pasqua o l'Ombelico del Mondo grazie alla "rapamicina" è ancora una volta sotto i riflettori.

Una piccola isola sperduta nell'oceano che è stata testimone dell'autodistruzione del suo popolo e che, allo stesso tempo, racchiude in sè il segreto di una possibile eterna giovinezza ...
... strana coincidenza, vero?


:-)


7399 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

1 Trackbacks

  1. Tanzania - Zanzibar Bora Bora per un viaggio di nozze e da sogno ... Cari lettori, le vacanze giungono al termine, ma non per tutti ... Ho deciso di fare un piccolo break per 20 giorni, ricarburare per

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. COMPLIMENTI! Mi piace il criterio con cui scegli scegli le tue destinazioni! Si vede che ti piace raccontare! Peccato che ci vuole la possibilità economica ed uno spesso non ha questa fortuna. Però si può sognare grazie a te ed ai tuoi racconti di viaggio! Saluti!
  2. grazie anonimo, si è sempre bello sognare e far sognare, cosa sarebbe la nostra vita senza i sogni ... e poi il bello di questa vita è anche cercare di realizzarli!
    :-)
  3. The design on the mountains is superb!it is the design of a boy...

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA