Viaggiare: lo spazio di una vacanza

La storia unica di Malta

Scritto da Anna C. • Giovedì, 6 novembre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Europa

Uno dei posti più belli di tutta Europa si trova nel Mediterraneo, ed è Malta. Quest’isola è infatti un vero capolavoro, non solo per il mare e per la natura, ma anche per la grande storia e cultura che può vantare.

Uno dei posti più belli di tutta Europa si trova nel Mediterraneo, ed è Malta. Quest’isola è infatti un vero capolavoro, non solo per il mare e per la natura, ma anche per la grande storia e cultura che può vantare. È inoltre un posto dove rilassarsi e in cui poter essere accolti dagli abitanti, sempre molto gentili e disponibili. Malta negli ultimi anni è diventata una delle mete preferite da parte dei giovani di tutta Europa e soprattutto dall’Italia, perché è facilmente raggiungibile dal nostro paese, e permette un soggiorno a prezzi molto vantaggiosi.

Malta, una storia antichissima

Malta è un piccolo arcipelago nel Mediterraneo, molto vicino alla Sicilia, e di cui sono abitate solo tre isole: Malta, Comino e Gozo. Nella parte ad ovest offre un meraviglioso paesaggio, con le sue coste rocciose e altissime. Ha una storia antichissima con coloni che sono arrivati qui nel IV secolo a.C., dalla Sicilia con la quale ancora oggi conserva ancori dei rapporti.

In seguito fu colonizzata da varie popolazioni, prima i fenici, poi i cartaginesi e infine i romani. Alla scissione dell’Impero, Malta divenne dominio bizantino fino al saccheggio da parte dei popoli vandali, per poi diventare araba nell’870 d.C.. Sull’isola da quel momento iniziarono le coltivazioni di alcune piante tipiche degli arabi, che però introdussero anche la loro lingua che diventò in poco tempo ufficiale, ed effettivamente ancora oggi si sentono le rimanenze nella lingua ufficiale.

Dalla Sicilia Malta fu di nuovo conquistata nell’XI secolo dai normanni e da lì si succedettero varie dominazioni come gli svevi, gli angioini e gli aragonesi, fino a che il Regno di Sicilia la offrì all’ordine dei Cavalieri Ospitalieri, un ordine monastico conosciuto come Cavalieri di Malta. Dopo la loro resistenza all’Assedio di Malta nel 1565 da parte di turchi, questi decisero di fortificare l’isola.

Il loro dominio finì con il dominio di Napoleone che la conquisto mentre si dirigeva in Africa per la campagna di Egitto nel 1798. I francesi uscirono due anni dopo, perdendo l’isola con l’arrivo degli inglesi che ne presero possesso, e la inserirono persino nel Commonwealth nel 1964, fino a quando Malta fu dichiarata repubblica nel 1974.

La storia di Malta è stata parecchio movimentata e l’isola è stata ricca di dominazioni, e per questo motivo vale la pena conoscerla, proprio perché ognuna di esse ha lasciato una prova del suo passaggio. Probabilmente questo è uno dei motivi per cui Malta ha un fascino unico.



>>Continua a leggere "La storia unica di Malta"

4201 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gli accessori da viaggio più originali e utili

Scritto da Anna C. • Lunedì, 20 ottobre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Tendenze di mercato

Il viaggio è un’esperienza che difficilmente può lasciarci passivi, e che riesce a cambiare chiunque; sia che decidiamo di fare un viaggio organizzato nella migliore comodità, con tutti i servizi a disposizione, che se si decida di fare un viaggio più personalizzato, gestito da soli e in maniera più libera.


In questo caso è sempre meglio partire in maniera comunque organizzata, avendo a disposizione tutta l’attrezzatura che ci servirà per poter vivere al meglio la nostra esperienza. Avere a portata tutti gli accessori da viaggio, quelli giusti per noi e di migliore qualità, in questo caso può esserci davvero utile.

In questo caso abbiamo preso qualche idea dal sito Floreskine, che offre davvero tante idee su che tipo di accessori da viaggio e sui gadget in generale, con qualche consiglio sui migliori oggetti, e quelli che ci sono sembrati più utili.

Fornellino elettrico

Potersi preparare da soli il pranzo o la cena, quando si è in viaggio può essere un modo per potersi gestire nel modo migliore i pasti, ma anche per risparmiare, potendosi fare la spesa da soli. Esistono in questo caso molti modelli di fornellini elettrici, alcuni dei quali molto comodi da trasportare. Se qualche tempo fa infatti, questo tipo di oggetto era sempre un po’ fastidioso da portare in giro, oggi ne esistono di completamente richiudibili, con tanto di pentolino e bustina. Il fornellino elettrico permette di cucinare senza gas e con estrema praticità. Nel caso foste interessati, potreste cercare i modelli particolarmente compatti e soprattutto che riescano a sfruttare meglio gli spazi (vano porta cavo e manico richiudibile). Adatto soprattutto per i campeggiatori.



>>Continua a leggere "Gli accessori da viaggio più originali e utili"

4508 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Paesaggi da sogno fra vette, boschi e prati della Val di Funes

Scritto da Anna C. • Venerdì, 10 ottobre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Italia


La Val di Funes (Villnöstal in tedesco) è una splendida ed appartata valle alpina dell’Alto Adige che si stende ai piedi di alcune delle più belle catene montuose delle Dolomiti: le Odle. Lunga solo 24 km e ad una quota media di 1300 metri si diparte dalla più importante Valle Isarco ed è separata dalla guglie rocciose delle Odle dalla ben più frequentata Val Gardena. Comprende pochi piccoli paesi, quali Tiso, San Pietro e Santa Maddalena che sorgono come piccoli centri abitati fra i verdi prati e boschi della valle in uno dei paesaggi da cartolina più celebrati al mondo da poster e addirittura puzzle.

L’Alta Val di Funes con sullo sfondo le vette delle Odle

Si tratta di una delle valli più incontaminate e meglio gestite dell’Alto Adige, con curatissimi prati ed alpeggi ed una oculata gestione dei boschi, dei sentieri e delle malghe che ne fanno un vero e proprio paradiso escursionistico, ben adatto anche alle famiglie con bambini. La tranquillità e la pace della valle si percepiscono in ogni angolo e la bellezza dei panorami con le onnipresenti vette delle Odle restano impressi a lungo nella memoria di chi visita questi luoghi.

La chiesetta di Santa Maddalena di Funes


La visione dell’Enrosadira sulle Odle, il fenomeno che colora di arancio o rosso le rocce dolomitiche al tramonto, è uno spettacolo che si ripropone praticamente ogni sera durante l’estate e che stupisce anche il meno attento degli spettatori.


Enrosadire delle Odle al tramonto

Meta irrinunciabile per gli amanti delle escursioni in montagna, questa valle offre moltissime opportunità sia in estate che in inverno. Lunghe passeggiate tra i boschi fino agli splendidi alpeggi in cui sorgono le malghe di montagna, come la Malga Brogles (Brogleshütte, 2045 m), la Malga Zannes (Zanser Alm, 1680 m), la Gampenalm (2062 m), la Glatschalm (1902 m), la Gschnagenhardt Almen (1996 m), sono alla portata di grandi e piccini.

Santa Maddalena di Funes

La chiesetta di Ranui

Gli escursionisti più intraprendenti ed allenati potranno cimentarsi con lo splendido Anello delle Odle, un percorso che permette la traversata dal versante della Val di Funes a quello della Val Gardena lungo il Sentiero delle Odle (Adolf Munkel Weg), sicuramente uno dei più spettacolari e suggestivi di tutte le Dolomiti. L'intero itinerario ad anello può essere percorso in giornata, ma richiede un buon allenamento ed un certo impegno fisico per i numerosi saliscendi, toccando tre alte forcelle. Pertanto può essere conveniente spezzarlo in due giorni pernottando in una della varie malghe e rifugi presenti lungo il percorso.

Curatissimi prati negli alpeggi ai piedi delle Odle

Le svettanti guglie delle Odle

Fra i gioielli della Val di Funes il posto d’onore spetta alle svettanti guglie rocciose delle Odle che disegnano lo sfondo del panorama, visibili praticamente da ogni punto della Valle. Il nome stesso Odle ha il significato di “aghi”, termine che ben descrive queste aguzze cime dolomitiche sulle cui pareti ha mosso i primi passi il famosissimo alpinista Reinhold Messner che proprio in questa valle vide i natali. Fra esse spiccano due importanti cime che superano i 3000 metri di altezza: la Gran Furchetta (3030 m) e il Sass Rigais (3025 m). Si tratta delle due cime centrali della catena di guglie, le più elevate, che presentano impressionanti pareti alte fino a 1000 metri proprio sul versante della Val d Funes, lungo le quali si inerpicano difficili vie di roccia riservate agli arrampicatori più esperti.


>>Continua a leggere "Paesaggi da sogno fra vette, boschi e prati della Val di Funes "

2975 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Offerte Marsa Alam, per vivere una vacanza indimenticabile

Scritto da Anna C. • Giovedì, 9 ottobre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

Marsa Alam è una delle località turistiche più visitate al mondo, grazie alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche, alle spiagge con sabbia finissima, un mare cristallino e una barriera corallina incontaminata.

Situata sulla costa orientale dell’Egitto, Marsa Alam è divenuta meta turistica a partire dai primi anni duemila, grazie a un processo di trasformazione dell’area, alla costruzione dell’Aeroporto Internazionale aperto nel 2003 e alla costruzione di numerosi villaggi turistici, resort e hotel di lusso. E pensare che fino a pochi anni fa Marsa Alam era un villaggio di poche migliaia di anime, per lo più pescatori, pastori e minatori impiegati nelle miniere d’oro e di pietre preziose della zona.

Famosa per la natura incontaminata e per le acque pulite del Mar Rosso, che attraggono ogni anno migliaia di appassionati di diving e kitesurf, Marsa Alam offre il meglio che il settore ricettivo turistico possa offrire. Strutture all’avanguardia, come il Gorgonia Beach Resort, con tutti i confort “occidentali”, attrezzate con ristoranti, spa, aree fitness, piscine e molto altro. Anche se destinato a un'utenza con elevata capacità di spesa, sul web è possibile approfittare di numerose offerte, sconti e last minute che possono attrarre anche il turista meno abbiente.

Cosa fare a Marsa Alam

Marsa Alam non è solo mare e tintarella, anzi.  Presso gli hotel, i resort e i tour operator è possibile approfittare di pacchetti completi, offerte e visite guidate di vario genere, capaci di accontentare ogni esigenza e gusto.

Se siete amanti del mare e delle immersioni, Marsa Alam è il posto perfetto per voi. Le aree destinate alle attività di diving, con la presenza di sub professionisti, sono molte. Una è Shaab Sataya, chiamata anche Dolphin Reef, situata a largo di Marsa Alam, sulla punta sud-orientale dell'area per immersioni Fury Shoal. Raggiungibile in barca, questa laguna caratterizzata da una forma che ricorda quella di un ferro di cavallo prende il nome dai delfini che è possibile avvistare nella zona. Oltre ai delfini, è facile imbattersi anche in squali alalunga, pesci fucilieri, ballerine spagnole e pesci pappagallo. Per gli amanti del wall diving, perfetta è la laguna di Elphinstone, dove è possibile ammirare una barriera corallina lunga 300 metri e profonda oltre 100 metri. Questa laguna è popolata da diverse specie marine, come i barracuda, i pesci angelo, le cernie e le murene, ma è possibile imbattersi anche in squali alalunga, squali grigi di scogliera, e pesci martello. Le immersioni in quest’area è destinata agli esperti di diving, perché le correnti possono essere molto forti e sono pericolose per i neofiti. Un must do nella vostra vacanza a Marsa Alam è organizzare una breve escursione in barca nella laguna sabbiosa a mezzaluna di Marsa Abu Dabbab, perfetta per immersioni per i meno esperti, che qui potranno incontrare delfini, dugonghi e tartarughe. Infine, la grotta di St John, una zona in cui fenditure superficiali si aprono in piccole caverne, uno spettacolo che non dimenticherete facilmente. L’area di St John è così ricca di bellezze da visitare che il programma di solito prevede il pernottamento in loco di due giorni, duranti i quali fare immersioni di giorno e suggestive escursioni notturne.



>>Continua a leggere "Offerte Marsa Alam, per vivere una vacanza indimenticabile"

4457 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Hotel a Parma: dove alloggiare per godersi al meglio la città

Scritto da Anna C. • Giovedì, 4 settembre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Situata a oltre 50 metri sopra il livello del mare, su di una superficie di 260,77 km², Parma è una città ricca di storia, celebre per essere da secoli sede di un'importante università. Siamo nella zona occidentale dell'Emilia, a metà strada tra gli Appennini e la Pianura Padana.

Vi sono decine di motivi per scegliere di visitare Parma. La città emiliana, caratterizzata da un clima afoso d'estate e molto rigido nei mesi invernali, ha molteplici virtù adatte a renderla una magnifica meta vacanziera. La prima di tali virtù consiste, naturalmente, nella presenza di innumerevoli opere d'arte che fanno di Parma un vero e proprio museo a cielo aperto. L'inventario dei beni culturali conta oltre 300 opere tra le quali decine di reperti archeologici, ben suddivise nei diversi quartieri.

La presenza di tante meraviglie ha fatto di Parma una rinomata meta vacanziera. In città troverete, dunque, decine di strutture alberghiere, disseminate un po' su tutto il territorio. La scelta del giusto hotel contribuirà a rendere più piacevole la vostra vacanza. Se volete godere appieno le attrattive della città, prenotate la vostra stanza nel quartiere di Parma-Centro (detto anche Parma Nuova), dove si trovano la maggior parte delle strutture architettoniche degne di nota. Se ne avete la possibilità, cercate in particolare un hotel poco distante dalla centralissima Piazza Duomo. Qui si trova la splendida Cattedrale di Santa Maria Assunta, un'opera dell'anno Mille in stile prevalentemente romanico, adornata da una torre campanaria gotica di oltre 60 metri. All'interno della chiesa potrete ammirare l'Assunzione della Vergine del Correggio che decora la superficie interna della cupola. Poco distante dal Duomo di Parma si trovano l'Abbazia di San Giovanni Evangelista, il Complesso di San Paolo, la Chiesa di Santa Maria della Steccata e la Chiesa di San Vitale. Nel quartiere di Parma-Centro troverete, inoltre, decine di negozietti tipici e una moltitudine di ristoranti dove assaggiare le delizie del posto.


>>Continua a leggere "Hotel a Parma: dove alloggiare per godersi al meglio la città"

4457 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!