Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Aloha, Hawaii ... arcipelago, isole e vulcani!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 3 maggio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

Quando si parla delle Hawaii di solito la prima cosa che ci viene in mente è pace, sole, mare ed ancora mare, ma in effetti l'arcipelago delle isole Hawaii  è ciò che emerge di una catena sottomarina di origine vulcanica.

Il caldo clima tropicale, l'abbondanza di spiagge pubbliche e di ambienti oceanici la rendono una destinazione estremamente popolare per i turisti, surfisti, biologi.

Anche i vulcanologi trovano, nell’arcipelago, pane per i loro denti,  essendo le Hawaii il miglior laboratorio naturale, su scala mondiale, per lo studio dei fenomeni vulcanici.

Mentre la linea costiera delle Hawaii è lunga approssimativamente 1.210 km (750 miglia) e si estende nell' Oceano Pacifico da nord est a sud ovest,  allineando e misurando le otto principali isole si raggiunge una lunghezza di 640 km. Ed eccole qui di seguito elencate ...

Hawaii anche chiamata Big Island (per non confonderla con il nome più generico dell'arcipelago), Maui, Molokai, Lanai, Kahoolawe, Oahu (con la capitale Honolulu), Kauai, Nihau.

Le isole Hawaiane sono tra le terre emerse più isolate al mondo, distano infatti quasi 4.000 km sia dalla costa americana (il punto più vicino è la California) sia da Tahiti, e oltre 1.000 km da alcune isole del gruppo Kiribati. L'arcipelago appartiene geograficamente al continente dell'Oceania.



>>Continua a leggere "Aloha, Hawaii ... arcipelago, isole e vulcani!"

13136 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Da ieri il teatro degli Oscar si chiama "Dolby Theatre"

Scritto da Apcom • Giovedì, 3 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti
Dopo fallimento Kodak, nuovo accordo con gigante tecnologie audio

Dopo il fallimento del colosso della fotografia, il Kodak Theatre, teatro che dal 2002 ospita la notte degli Oscar, da ieri si chiama "Dolby Theatre", in seguito a un accordo di sponsorizzazione con il gigante delle tecnologie audio.

All'inizio di quest'anno, in seguito alla bancarotta di Kodak, un giudice ha concesso a Eastman Kodak di interrompere l'accordo da 74 milioni di dollari firmato nel 2000 che assegnava il diritto di nominare l'edificio da 3.400 posti di Hollywood con il proprio nome per i successivi vent'anni.


>>Continua a leggere "Da ieri il teatro degli Oscar si chiama "Dolby Theatre""

2488 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Wonderful Fly Geyser in Nevada!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 20 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

E’ inserito nella lista delle dieci meraviglie geologiche del mondo … si tratta del Fly Geyser e per raggiungerlo bisogna arrivare in  Nevada, negli Stati Uniti, all’interno del deserto Black Rock, non distante dal vertice di confine con California ed Oregon.

E’ uno spettacolo terrestre quello che ci si presenta davanti:  sembra di venire catapultati in un paesaggio alieno e stupefacente …  lo splendore cromatico generato fa passare in secondo piano l'altezza del suo zampillo (1.5 metri), meno considerevole rispetto ai geysers più noti.  

L'altezza del geyser è di 3.7 metri e la temperatura  del getto d'acqua raggiunge i 200 gradi.

Inoltre, l'acqua emessa in superficie, viene raccolta dalle 30-40 vasche formatesi naturalmente che lo circondano.

L'acqua della sorgente termale ricca di minerali, peraltro, intersecandosi con le alghe termofile, istallatesi nel tempo, che sono resistenti alle alte temperature e prosperano in ambienti umidi, crea singolari ed affascinanti sfumature di colori.


>>Continua a leggere "Wonderful Fly Geyser in Nevada! "

5853 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Record assoluto di turisti a New York, oltre 50 milioni nel 2011

Scritto da Apcom • Giovedì, 22 dicembre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti
Circa 10 milioni sono stranieri e 40 milioni americani

Entro fine mese saranno oltre 50 milioni i turisti ad avere visitato New York nel 2011. Ad annunciare il record storico raggiunto dalla Grande Mela è stato il sindaco, Michael Bloomberg. "Essere ospiti del mondo non è una novità per noi, ma lo è il numero di visitatori a cui abbiamo dato il benvenuto negli ultimi anni", ha detto il primo cittadino in una cerimonia a Time Square.

La città, ha aggiunto Bloomberg, ha raggiunto il traguardo un anno in anticipo rispetto ai programmi.
Come ricorda Cnn nel 2011 New York è stata la maggiore destinazione turistica degli Stati Uniti. Il settore della ristorazione e dell'accoglienza turistica sono i primi ad aver beneficiato dell'aumento del flusso turistico, che ha portato un indotto di 48 miliardi di dollari sulla città.


>>Continua a leggere "Record assoluto di turisti a New York, oltre 50 milioni nel 2011"

3766 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Met di New York rende omaggio al Rinascimento italiano

Scritto da Apcom • Giovedì, 22 dicembre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti
In mostra la ritrattistica del Quattrocento

Apre al Metropolitan di New York "The renaissance portrait from Donatello to Bellini", una mostra con 160 opere del rinascimento italiano, volta a celebrare la riscoperta nell'Umanesimo della centralità dell'uomo e, con essa, della ritrattistica.

Con il rinascimento italiano infatti per la prima volta il ritratto non è più un'arte appannaggio esclusivo della nobiltà e si svincola dall'uso funerario. "Il XV secolo in Italia è il primo grande secolo della ritrattistica", ha detto al New York Times Keith Christiansen, presidente della divisione dedicata ai dipinti europei del Met.

Molti dei dipinti e delle sculture in mostra, che portano la firma, tra gli altri, di Donatello, Filippo Lippi, Botticelli, Mantegna, il Ghirlandaio, Bellini, furono realizzati per essere ricordati dalle generazioni future, per commemorare guerrieri o anche solo come ricordo di un momento significativo nella vita di una persona. "A partire dal XVI secolo tutto era possibile e il ritratto ha cominciato a diffondersi" oltre le corti italiane.


>>Continua a leggere "Il Met di New York rende omaggio al Rinascimento italiano"

3614 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La Grande Mela divorata dai ratti?

Scritto da Apcom • Lunedì, 22 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti
Rischio per caldo e tagli al personale del comune

New York, la Grande Mela, rischia di essere divorata dai topi. Il Dipartimento della Sanità newyorkese, per via della crisi enonomica, ha tagliato il 75 per centro del personale attivo nel contrasto ai roditori. Con l'arrivo delle temperature più miti, alcuni esperti avvertono che potrebbe aprirsi una crisi senza precedenti.

La massiccia presenza dei topi nelle strade e nei sotterranei di New York, è un problema che affligge già da tempo la città.

Nel 2010 le proteste dei cittadini, raccolte dal servizio telefonico municipale, sono state 10.500, con un incremento del 5 per cento rispetto al 2009. Quest'anno, rispetto allo stesso periodo della passata stagione, i reclami sono aumentati del 9 per cento, segno che la tendenza è quella di un aggravarsi del problema. "Ci sarà una grave epidemia in estate", è il pensiero di un ex operatore della disinfestazione, riportato dal quotidiano gratuito Am.


>>Continua a leggere "La Grande Mela divorata dai ratti?"

3366 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 29 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Austria, Brasile, Grecia, Italia, Portogallo, Stati Uniti, Turchia

Per il volo libero in deltaplano e parapendio si annunciano tempi di assoluto impegno dal punto di vista organizzativo e come mantenimento del primato mondiale conquistato dai piloti azzurri. L’Italia sta al vertice internazionale per i tanti titoli vinti, primi fra tutti i quattro mondiali di deltaplano, ala flessibile ed ala rigida, a squadre ed individuale, grazie al trentino Alex Ploner questi ultimi.

La scorsa estate il romano Andrea Iemma ai WAG 2009, cioè i giochi mondiali dell’aria, ha conquistato la medaglia d’oro in acrobazia. Nel parapendio l’Italia ha vinto la superfinale di Coppa del Mondo a Poggio Bustone (Rieti), è vice campione del mondo e terza agli europei.

Grazie a questi titoli ed ai piazzamenti internazionali dei nostri piloti, siamo volati in testa alla classifica per nazioni.

I prossimi appuntamenti ci vedranno competere in aria e protagonisti a terra come organizzatori: dal 30 luglio al 8 agosto 2010 nel sito del Monte Cucco (Sigillo, Perugia) l’Italia organizzerà i pre-mondiali di deltaplano, evento staffetta dei campionati del mondo che ospiteremo nella stessa località e periodo l’anno successivo.


>>Continua a leggere "Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio"

5966 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Uno "skywalk" a forma di ferro di cavallo, a strapiombo sul Grand Canyon: strabiliante e da non perdere!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 30 settembre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Stati Uniti

"Le vertigini sono il conflitto tra la paura ed il desiderio di cadere"

Salman Rushdie




A volte le parole non bastano a descrivere le emozioni di queste foto! Se capitate da queste parti non perdetevi il brivido di ammirare il Gran Canyon dall'alto dello Skywalk ... costi quel che costi!


Qui di seguito riporto l'interessante link e le foto del post in inglese da me tradotto in italiano: pixdaus

L'imponente Sky walk nel Gran Canyon, è accessibile ai visitatori dal marzo del 2007 e permette di "ammirare il panorama mozzafiato" al di là ed attraverso il pavimento di vetro da un'altezza di 4000 ft (1.200 m). L'unico inconveniente? Non sono ammesse macchine fotografiche, bisogna solo riuscire a conservare le immagini nei ricordi ... ma siccome non tutti sono in grado di farlo ... c'è chi riesce ad immortalare il momento fotografando di nascosto, noi siamo riusciti nell'intento!


I visitatori indossano scarpe con una stravagante protezione al fine di non graffiare il vetro su cui camminano:



Image: Heather King


Sospesi nel cielo:



Image via sedonablog

Spacciata come la "nuova meraviglia architettonica del mondo" lo Skywalk è una passerella di vetro che si estende per  21 metri oltre l'orlo del Canyon. Si tratta di 3 metri di larghezza con recinzioni di vetro alte 1,5 m. Per garantirne la sicurezza sono state inserite, nella parete del canyon, 14 m di travi d'acciaio. Anche se la costruzione potrebbe teoricamente  reggere il peso di diverse centinaia di persone, sono ammessi solo 120 visitatori alla volta.


L'anello nel cielo:


Image via the canyon






Image via biker.ie

Certo per coloro che si chiedono come mai non è  permesso di riprendere dall'alto dello Skywalk la risposta sta nel fatto che si possono comprare le fotografie turistiche a 25 $ a stock. Questo sarebbe il "piccolo extra "da pagare, oltre la tassa di 25$ per accedere a tale "attrazione da brivido" + 10$ di bus da prendere per raggiungere la località in questione (se non si ha una macchina a seguito) ed, infine, il pacchetto turistico che oscilla tra i 54$ ed i 213$! E' la crudele legge della speculazione!



Image via freakingnews


>>Continua a leggere "Uno "skywalk" a forma di ferro di cavallo, a strapiombo sul Grand Canyon: strabiliante e da non perdere!"

6463 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La micro avventura nell'Antelope Canyon

Scritto da LDN - 100viaggi • Giovedì, 9 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

Antelope Canyon - ArizonaAntelope Canyon è uno straordinario micromondo da scoprire in una sola ora o poco più di visita.

Nel parco Navajo in Arizona esiste un portento della natura. Chi programmasse un viaggio in quello stato americano, oltre alle "solite" ma imperdibili destinazioni, non deve assolutamente perdersi questo micro cosmo.

L'occasione ci è data dagli amici di 100foto, bellissimo ed emozionantissimo fotoblog, che hanno proposto una fotogallery mozzafiato della Antelope Canyon, una gola unica al mondo, in cui forme, luci e colori si mischiano in un'eclettica capriccio naturale.

Per correttezza d'informazione (non americani, ovviamente) raccontano che l'Antelope Canyon si trova in Utah. Nulla di più sbagliato.

Si trova nella terra dell'antico popolo Navajo vicino a Page, Arizona.

Il nome inglese - a discapito delle popolazioni Navajo - è stato dato in occasione della scoperta di coloni occidentali che inseguendo una mandria di antilopi, chiamarono questo posto, appunto, Antelope Canyon.


>>Continua a leggere "La micro avventura nell'Antelope Canyon"

8691 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Goblin Valley State Park

Scritto da LDN - 100viaggi • Mercoledì, 18 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

Per chi ha la fortuna di recarsi nello stato dello Utah negli USA, non deve considerarsi soddisfatto se non è riuscito a visitare la Goblin Valley State Park.
Qui la natura, a colpi di acqua e vento, ha scolpito nella roccia forme dall'aspetto fantastico e assolutamente unico e straordinario.


Stiamo parlando di stranissime sculture naturali che hanno le sembianze di funghi (o folletti - Goblyn per l'appunto), trasformando il panorama in un'ambientazione surreale che non può far altro che ispirare l'immaginazione.
Le numerose insenature e la varietà delle forme offrono occasioni illimitate per camminate di pochi minuti o per lunghe escursioni.

Qualsiasi sia la vostra scelta vale il tempo che si vorrà trascorrere; meglio se si dedicano almeno un paio d'ore all'interno di un forzato quanto ipotetico tragitto tra lo stato dell'Arizona e dello Utah.

Lungo la strada, ci sono delle straordinarie viste sul San Rafael e il Reef Henry Montagne, due incredibili manifestazioni forza della natura.


>>Continua a leggere "Goblin Valley State Park"

5836 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!