Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Le "Meteore" in Grecia, tra i monasteri più famosi al Mondo ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 9 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Grecia


La Grecia ha bisogno della nostra solidarietà in questo particolare momento storico... quando la stagione sarà più propizia, perché non approfittarne per visitare qualcosa di bello nel paese che è stato la culla della civiltà occidentale?

I voli Air One e i voli Blu express per Atene non mancano e costano poco. E poi, una volta atterrati nella capitale, si potrebbe noleggiare un’auto e dirigersi a  nord, nel cuore del continente, verso il bassopiano della Tessaglia

Luogo unico nel suo genere, caratterizzato da vertiginosi torrioni naturali di conglomerati e arenarie a strapiombo; rocce nude, dalle pareti erose e levigate, la cui origine è ancora oggi un mistero per i geologi.

Ancora più affascinante, è il fatto che sulla cima spianata di queste alture si sono insediati, da epoche antiche, numerosi monasteri ortodossi, nel più completo isolamento.

Se poi  raggiungiamo la cittadina di Kalambaca ci troveremo, di fronte, i Monasteri di Meteore!

Il concentrato di conventi ortodossi in un'area naturale così particolare e incontaminata è unico in tutto il mondo e fà sì che questa località sia uno dei più preziosi patrimoni tutelati dall’UNESCO nel paese ellenico.

Le Meteore è il secondo, più importante, raggruppamento di monasteri greci, preceduto solo dal complesso del Monte Athos (che non accetta ancora la visita di donne).

La parola d’ordine è sospensione. La natura lunare, non poteva che ispirare la costruzione di monasteri del genere. Una tappa obbligata per chiunque decida di vistare la Grecia Continentale.

Meteora significa sospeso in aria ed effettivamente il visitatore che si trova a percorrere questo territorio, ha l'impressione che quelle quasi invisibli costruzioni lassù in alto, siano più vicine al cielo che alla terra.

Infatti i monasteri sono costruiti su formazioni rocciose dalle forme insolite, alte e ripide come torri, che si elevano fino a 300 metri di altezza e costituiscono uno spettacolo mozzafiato.

La loro storia iniziò nell’XI secolo, quando taluni eremiti si ritirarono in questi luoghi per cercare la presenza di Dio lontano dalle occupazioni secolari. I primi monasteri sorsero nel XIV secolo, ma il massimo splendore fu raggiunto nei secoli XV e XVI, in cui le comunità “sospese nell’aria” erano ben ventiquattro.

Oggi solo sei Meteore sono ancora abitate, mentre di alcuni degli altri monasteri rimangono solo delle rovine.


>>Continua a leggere "Le "Meteore" in Grecia, tra i monasteri più famosi al Mondo ..."

7465 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Zante o Zacinto ... il "Fiore di Levante" della Grecia!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 1 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Grecia

Navagio

Eccola qui Zante, meglio nota con il nome Zacinto, era così che veniva chiamata dai poeti del passato, tra cui  il nostro Ugo Foscolo! E' la terza isola greca, per grandezza, delle isole ionie (406 km²). Dista 9,5 miglia marine dalla costa del Peloponneso ed è situata a 300 km ad ovest di Atene.

Soprannominata Il "Fiore di Levante", l'isola presenta imponenti coste  rocciose e spiagge di sabbia dorata, una fitta e verde vegetazione ed il turista, nel sceglierla per la sua vacanza, può decidere  di partire da maggio fino alla fine di ottobre, perchè la stagione estiva a Zante è particolarmente lunga.

Le sue coste, nei mesi estivi, sono bagnate da acque caldissime e questo è stato motivo di attrazione da  parte delle simpaticissime tartarughe Caretta-Caretta che hanno scelto il loro luogo di riproduzione nel sud dell'isola, al pari della foca Monachus Monachus che si può incontrare nelle scoscese e rocciose coste occidentali. Tali eccelse presenze hanno suscitato l'interesse internazionale e, nel dicembre del 1999, è stato istituito il primo parco nazionale marino della Grecia

Come raggiungere l'isola

in aereo da Atene: con voli giornalieri della durata di 45 minuti e voli charter per tutto il periodo estivo da e per molte città europee, tra cui, ovviamente l'Italia. Esistono, inoltre voli che collegano Zante a Cefalonia (30 minuti), Corfù (2 ore) e Salonicco (3 ore e 10 minuti);

in nave dall'Italia: con compagnie di navigazione italiane e greche con partenza da Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi che arrivano fino a Patrasso e Killini. Da Killini partono i traghetti per Zante (1 ora 1/2 di traversata). E' possibile raggiungere Zacinto anche da Cefalonia (distanza 1 ora). 

Da Zacinto, inoltre, c'è la possibilità di visitare numerosi isolotti disabitati: nel golfo di Laganas ci sono Pelouzo e Marathonissi, mentre 27 miglia nautiche a sud dell'isola troviamo le Strofadi (Arpia e Stamfani) e St. John (di fronte a Porto Vromi).  

Gli itinerari che vi porteranno alla scoperta di Zante sono numerosi : uno dei più suggestivi vi farà scoprire la Zante "selvaggia", quella a Nord-Est ... ossia ...




>>Continua a leggere "Zante o Zacinto ... il "Fiore di Levante" della Grecia! "

16614 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milos. L'isola greca per famiglie e sportivi

Scritto da LDN - 100viaggi • Martedì, 8 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Grecia

Per chi pensa che unire le esigenze di tutta la famiglia sia un’impresa titanica, l'isola graca di Milos è la giusta meta per ricredersi. La splendida isola delle Cicladi mette tutti d’accordo. Mentre mamma e papà si godono il tanto atteso riposo e si perdono negli affascinanti tramonti e colori della costa, i figli giocano liberi sulle spiagge di sabbia poco affollate e si divertono con gli sport in acqua.

Pollonia Milos
Pollonia Milos - Foto di vrypan

Il golfo naturale dell’isola e la grande varietà costiera sono infatti ideali per cimentarsi in attività come il wind surfing, lo sci d’acqua, il beach tennis e il beach volley. Sull’isola si organizzano inoltre gite in canoa. Vietato dimenticare a casa pinne e maschera: lo splendido fondo marino di Milos è considerato un vero paradiso naturale!

Milos Cicladi
Foto di !!Ahmed!!

Per completare la vacanza con un tocco di avventura e scoprire tutti gli angoli nascosti di questa perla delle Cicladi, imperdibili le escursioni a bordo della barca Perseas del Capitano Andreas, in partenza da Pollonia, alla scoperta di splendide calette raggiungibili solo via mare. Nessuno resterà deluso! Altre imbarcazioni salpano anche dalla spiaggia di Kypou e da Adamas.



>>Continua a leggere "Milos. L'isola greca per famiglie e sportivi"

10218 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 29 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Austria, Brasile, Grecia, Italia, Portogallo, Stati Uniti, Turchia

Per il volo libero in deltaplano e parapendio si annunciano tempi di assoluto impegno dal punto di vista organizzativo e come mantenimento del primato mondiale conquistato dai piloti azzurri. L’Italia sta al vertice internazionale per i tanti titoli vinti, primi fra tutti i quattro mondiali di deltaplano, ala flessibile ed ala rigida, a squadre ed individuale, grazie al trentino Alex Ploner questi ultimi.

La scorsa estate il romano Andrea Iemma ai WAG 2009, cioè i giochi mondiali dell’aria, ha conquistato la medaglia d’oro in acrobazia. Nel parapendio l’Italia ha vinto la superfinale di Coppa del Mondo a Poggio Bustone (Rieti), è vice campione del mondo e terza agli europei.

Grazie a questi titoli ed ai piazzamenti internazionali dei nostri piloti, siamo volati in testa alla classifica per nazioni.

I prossimi appuntamenti ci vedranno competere in aria e protagonisti a terra come organizzatori: dal 30 luglio al 8 agosto 2010 nel sito del Monte Cucco (Sigillo, Perugia) l’Italia organizzerà i pre-mondiali di deltaplano, evento staffetta dei campionati del mondo che ospiteremo nella stessa località e periodo l’anno successivo.


>>Continua a leggere "Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio"

5966 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il fascino di Santorini in Grecia: la sua caldera ed il mito di Atlantide

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 8 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Grecia

Ecco Santorini (Thera in greco antico), una delle più belle isole della Grecia, facente parte delle Cicladi.


E' affascinante la sua storia: un tempo l'isola era un vulcano, ma l'eruzione risalente al 1628/1627 a.c. ne cambiò la conformazione: il vulcano sprofondò andando a formare una caldera con attorno 5 isole: Nea Kameni, Palea Kameni, Aspronisi, Therasia e la più grande Santorini, a forma di luna.

La potenza dell'eruzione fu tale da provocare onde alte 20 metri: ne conseguirono effetti catastrofici su tutto il mediterraneo orientale, portando alla distruzione della civiltà Minoica, allora in piena fioritura a Creta.

A tale avvenimento è collegato l'interessante mito di Atlantide: secondo alcune teorie elaborate nel '900 la leggendaria città sommersa si troverebbe proprio qui! Le eruzioni ed i terremoti fanno parte della cronaca dell'isola nel susseguirsi dei secoli.

Oggi il vulcano risulta ancora attivo, lo dimostra la presenza di sorgenti di acqua calda.

L'ultima eruzione è avvenuta nel 1956! Il terremoto più recente risale, invece, allo scorso 27 giugno, con un'intensità di 5,1 gradi della scala Richter, fortunatamente senza danni a cose e a persone.





Akrotiri
, la "Pompei dell'Egeo",  ricoperta dai residui dell'eruzione vulcanica è stata riportata alla luce
in ottimo stato di conservazione.
Non vi è traccia però di resti umani, il che fa supporre che la cittadella fosse stata evacuata in tempo. Il sito archeologico, solo in parte aperto al pubblico, si può visitare al mattino e fino alle ore 15 , mentre i reperti più interessanti si trovano ad Atene.


Il richiamo dei viaggiatori ruota quindi attorno al vulcano ormai sommerso.
Oia e Thira sono i villaggi più pittoreschi: le casette  bianche con porte e finestre azzurre a picco sul cratere, le piazzette, le stradine tortuose, le cupole delle chiese,  le terrazze con vista sulla laguna ed i suoi tramonti.


>>Continua a leggere "Il fascino di Santorini in Grecia: la sua caldera ed il mito di Atlantide"

8674 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!