Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Bagan, tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Martedì, 27 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Myanmar


La valle di Bagan, costellata da migliaia di templi, affascina e colpisce per la sua maestosità. Qui il tempo si è fermato, tutti questi monumenti sono simili tra loro ma tutti significativamente diversi, lontani dalla modernità, immobili ma vivi nel loro austero isolamento, tutti circondati da un incanto unico e mistico!

L'esaustivo Inventario dei Monumenti a Pagan di Pierre Pichard ha individuato complessivamente 2.834 monumenti di cui 2.200 monumenti ancora in piedi, sommati ad un uguale numero di rovine ed altre prove di strutture del passato.

Terremoti, inondazioni ed invasioni hanno distrutto, soprattutto le parti più alte, di molti templi e stupa. Ma diversi monumenti esistenti sono stati ristrutturati, riordinati, ridipinti ed "abbelliti' nel corso degli anni.

Sia birmani che stranieri, purtroppo, da lungo tempo hanno attuato un saccheggio sistematico dei manufatti e dei tesori. Avventurieri occidentali e archeologi nella II°parte del XIX secolo hanno rimosso molte statue, affreschi e altre antichità per portarle nei musei ed esporli al pubblico, anche se molti di questi reperti sono stati distrutti durante le guerre in Europa nel XX secolo.

E' vero che l'attuale governo del Myanmar ha vietato l'esportazione di antichità, nonostante ciò, importanti elementi continuano a scomparire nelle mani di ricchi collezionisti privati, un tragico destino che ha colpito numerosi siti di interesse storico e architettonico.


L'essere stato elevato nel 2002  a "Patrimonio dell'Umanità" potrebbe rivelarsi sia una benedizione che una maledizione. Più visitatori potrebbero portare reddito necessario per la zona, ma potrebbe anche aumentare la commercializzazione e l'ulteriore distruzione di questo eccezionale patrimonio.

Bagan, attualmente, è un sito archeologico meno noto rispetto a quello di Angkor in Cambogia , in parte a causa delle restrizioni imposte ai turisti dal governo militare del Myanmar). Eppure questo sito non ha niente da invidiare, dal punto di vista storico ed archeologico, nè ad Angkor nè tantomeno a  Borobudur (nell'isola di Giava in Indonesia). 

Patrimonio unico edificato tra l'XI e il XII secolo in 42 kmq, Bagan è considerato tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo!

Il temine Bagan, per inciso, è l'approssimazione più vicina alla parola birmana ed ora è la denominazione preferita ufficialmente, anche se durante il periodo del predominio coloniale britannico venne usato il nome 'Pagan', ancora oggi parzialmente in uso.

Zona archeologica di Bagan è il nome formale usato per designare la regione storica dell'antico Regno di Bagan.

Gli edifici in legno, ovviamente, sono da tempo scomparsi, e forse un terzo della città originale è stata spazzata via dalle piene del fiume Ayeyarwady. Eppure, una recente indagine ha indicato che ci sono ancora 2.217 monumenti identificabili più quasi lo stesso numero di cumuli di mattoni e di terra che non possono essere identificati. Praticamente tutte le strutture superstiti sono di mattoni, anche se alcune sono in pietra arenaria.



>>Continua a leggere "Bagan, tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo!"

8410 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!