Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Spariti nel nulla più di 3.000 profughi e rifugiati eritrei in mano ai trafficanti di organi ... fermiamo lo scempio!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 8 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Eritrea

Quando si può si parte ... qualunque destinazione, a nostro gusto, accessibile alle nostre tasche ... ma ogni paese può essere catalizzatore di diverse piaghe ... 


Nell’indifferenza della maggior parte dei media, da oltre un anno tra Sudan, Eritrea ed Egitto, si consuma il calvario di centinaia di uomini e donne: sono profughi e rifugiati, per la maggior parte Eritrei, che scappano dal loro paese alla ricerca di un futuro migliore, ma che finiscono per diventare merce di scambio tra militari, predoni e trafficanti di esseri umani. Ad occuparsi della loro sorte ora interviene anche l’ONU.

Don Mussie Zerai è un sacerdote eritreo, Presidente dell’associazione Habeshia per la Cooperazione allo Sviluppo, tra i primi a denunciare lo spietato crimine che avviene sulla pelle dei profughi.

Intervistato da Radio Vaticana il sacerdote ha riportato: “si sta consumando veramente una strage: non solo ci sono rapimenti, ma anche la sofferenza di queste persone rapite, perché abbiamo dimostrato che c’è il vergognoso traffico di organi umani: spesso la gente viene fatta a pezzi per essere venduta.

Dalle statistiche e nelle ricerche che abbiamo fatto tra il 2009 e il 2011 risulta che sono sparite nel nulla più di tremila persone. I rapitori chiedono fino a trentamila o quarantamila dollari a persona per il rilascio, in caso contrario si vendono i loro organi”.


>>Continua a leggere "Spariti nel nulla più di 3.000 profughi e rifugiati eritrei in mano ai trafficanti di organi ... fermiamo lo scempio!"

11443 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!