Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Star Carr nel North Yorkshire: riportata alla luce la casa più antica di tutta la Gran Bretagna!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 16 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Gran Bretagna

La storia ci parla, ci sussurra ... è una sorta di puzzle ... ed il lavoro degli archeologi è preziosissimo:  definisce i contorni e completa i contenuti del tempo che passa! 

Northumberland, la contea inglese ai confini con la Scozia


Ricostruzione di una capanna mesolitica a Howick in Northumberland

E' notizia recente il ritrovamento, da parte di un team di archeologi dell'Universita di Manchester e New York, della casa più antica in Gran Bretagna, risalente all'8.500 a.c.

Ed è di 500 anni antecedente all'ultima casa scoperta, qualche anno fa, nel territorio anglosassone a Howick, nel Northumberland!

Il team di ricerca ha portato alla luce questa struttura circolare di 3,5 metri di diametro, con un pavimento forse ricoperto di canne e sostenuta da un cerchio di pali di legno.

E' situata nella contea del North Yorkshire, sulle sponde del Lago Pickering a Star Carr, vicino a Scarborough, un sito archeologico paragonabile, per importanza, a Stonehenge

Potrebbero essere stati usati pelli di animali o paglia per la copertura del tetto e dei muri.

Si ipotizza che ci fossero più case con la stessa struttura nella zona e che la casa in questione fosse stata costruita in più fasi.

       gli scavi nel sito archeologico di Star Carr


>>Continua a leggere "Star Carr nel North Yorkshire: riportata alla luce la casa più antica di tutta la Gran Bretagna! "

5188 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gran Bretagna: Le Pitture Rupestri ed i "Crop Circles" della verde Inghilterra

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 21 giugno 2009 • Commenti 3 • Categoria: Gran Bretagna


Queste foto, secondo voi, potrebbero rendere l'idea  di cosa offre la  Gran Bretagna perlustrandola? La pittrice, in questo caso, è proprio lei... Madre Natura! Una sottile linea, più o meno marcata, che separa il cielo dalla terra: dipende se è l'alba o il tramonto, inverno o estate. Ma una cosa è certa: questa grande isola, facente parte del Regno Unito insieme all'Irlanda del Nord, ti avvolge in tutta la sua bellezza, ti riporta indietro negli anni e nel susseguirsi di tanti eventi storici che l'hanno resa quello che ora è.





Ancora più sorprendente il rendersi conto di come, a volte i misteri, rendano più affascinante del solito la scoperta di terre non ancora visitate... tipici esempi sono in Perù le linee di Nazca o le strade realizzate dagli Anasazi in quei territori che oggi sono gli Stati Uniti.
La Gran Bretagna e soprattutto le campagne dell'Inghilterra del Sud  sono letteralmente "tappezzate" da pitture rupestri  e da "Crop Circles" (o pittogrammi)! Varie le teorie sulle loro origini ... è dall'alto di un piccolo aereo che ci  si potrebbe rendere conto della magnificenza di queste opere! Ma se ciò non fosse possibile il potente mezzo di Google Earth potrebbe catapultarci dolcemente su questi prati verdissimi, permettendoci di osservare in dettaglio le figure in questione! Qui i geoglifi più conosciuti ed imponenti, creati attraverso la manipolazione del suolo: i cavalli di Uffington e di Westbury; il Gigante di Cerne nel Dorsetshire, ed il Long Man di Wilmington nel Sussex.


  • Il Cavallo Bianco di Uffington nell'Oxfordshire: è una pittura rupestre stilizzata lunga 111 m, molto probabilmente realizzata durante l'epoca preistorica tra il 100 a.c ed il 100 d.c. Sono vari i reperti dell'età del ferro e monete degli antichi belgi  che riproducono figure simili al "White Horse".
  • Il Gigante di Cerne Abbas nel Dorset: è un gigante nudo che tiene nella mano destra una clava lunga 37 m. Alto 55 m.  e largo 51, è scavato sul pendio di una ripida collina, ben visibile dal lato opposto della valle o dall'alto. L'incisione è formata da una trincea larga e profonda 30 cm, realizzata strappando l'erba e scavando la terra fino al gesso sottostante. Molti credono si tratti di un antico simbolo spirituale, che possa portare fertilità alle coppie senza figli. Probabilmente la sua realizzazione risale a circa 400 anni fa, non essendoci scritti medioevali che ne documentino un'origine precedente.


  • Il Long Man di Wilmington nel Sussex: un disegno che mostra un Lungo Uomo con le braccia aperte che sostengono due aste. Alto circa 70 m. è uno dei geoglifi più grandi al mondo. Molti studiosi hanno ipotizzato che la figura abbia circa 2000 anni, il documento più antico a darne testimonianza risale al 1710.

    Stando agli esami condotti ultimamente il
    Long Man potrebbe invece risalire alla metà del XVI secolo, cioè meno di 500 anni fa. Non si resce a trovare una spiegazione o un motivo valido alla presenza del Lungo Uomo di Wilmington o del Gigante di Cerne Abbas.

    Alfred Watkins, archeologo degli inizi del '900, era convinto del fatto che i monumenti britannici fossero stati costruiti non casualmente bensì posizionati lungo delle linee rette che li connettevano l'uno con l'altro secondo una precisa logica.


>>Continua a leggere "Gran Bretagna: Le Pitture Rupestri ed i "Crop Circles" della verde Inghilterra"

15016 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!