Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Moto Raid nel Deserto Egiziano con Avventure nel Mondo ... on the road again!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 11 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

MOTO CLUB "AVVENTURE NEL MONDO"  ritorna, anche quest'anno,  nel deserto egiziano con moto a nolo ...  per tutti gli appassionati di motociclismo ecco i programmi di Viaggi nel Mondo, modificati ed arricchiti  rispetto all’anno scorso.

"Quest’anno sembra che l’Egitto resti il solo deserto disponibile per gli amanti del Sahara, essendo l'unico che, dopo tutti i problemi nel mondo arabo, e' ancora facilmente accessibile.

L'anno scorso i nostri partecipanti sono tutti ritornati affascinati dall'ambiente e dal deserto, forse il meno conosciuto di tutto il Sahara, eppure uno dei piu' belli in assoluto!

La serie di partenze  dal 14 ottobre 2011 a fine aprile 2012 saranno programmate sulla scia dell’esperienza della stagione 2010-11, risultata un gran bel successo! Tutti i partecipanti, infatti, sono rimasti affascinati dal deserto egiziano e dal Great Sand Sea.



>>Continua a leggere "Moto Raid nel Deserto Egiziano con Avventure nel Mondo ... on the road again!"

5580 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Parco Nazionale della Chapada Diamantina - Brasile

Scritto da LDN - 100viaggi • Martedì, 8 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Brasile

Torniamo a parlare del territorio nord-orientale del Brasile e con precisione dello splendido Parco Nazionale della Chapada Diamantina. Per dirla in altre parole, un vero paradiso naturale.
Situata nel cuore di Bahia, la Chapada Diamantina è composta da montagne, chapadões, fiumi, torrenti, cascate, caverne e pozzi d’acqua di una trasparenza impressionate. Questo luogo vanta innumerevoli sorgenti che sgorgano in maniera tumultuosa dalle pareti rocciose dando vita a ben trentacinque fiumi – i più grandi sono il Paraguaçu e il Rio Preto.

Chapada Diamantina - Bahia
Foto di Glauco Umbelino

La geologia è impressionante e i dislivelli che costituiscono l'ambiente favoriscono una biodiversità incredibile, caratterizzato da diverse forme di vegetazione; inutile dire che la fauna è particolarmente ricca e sono moltissime le specie che possono essere viste con facilità. Colibrì, periquitos, pappagalli, capibara e lucertoloni. Ospiti, si trovano anche piccoli roditori conosciuti come mocós e qualche esemplare di grandi mammiferi minacciati di estinzione, come la onça-pintada e la suçuarana (felidi).

Chapada Diamantina
Foto di Glauco Umbelino

Le attrazioni della Chapada Diamantina sono così tante che è difficile scegliere quale raccontare. Una di esse è il famosissimo Pozzo Incantato, oramai icona della Chapada Diamantina. La sua particolarità - è che ha reso questa location famosa - sono i raggi solari che penetrano fin nel suo profondo dalle ore 10:30 alle ore 12:30. Grazie a questo evento è possibile vedere – attraverso l’acqua di un profondo azzurro turchino – i sassi depositati a 61 m di profondità.


>>Continua a leggere "Il Parco Nazionale della Chapada Diamantina - Brasile"

11680 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le grotte di Postumia in Slovenia

Scritto da LDN - 100viaggi • Lunedì, 7 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Slovenia

Le Grotte di Postumia (Postojna) in Slovenia sono una delle destinazioni imperdibili da visitare assolutamente per chi cerca luoghi limitrofi all'Italia.
Sebbene nel nostro paese non manchino grotte spettacolari da visitare, quelle di Postumia sono tra le più noti al mondo.

Grotte Postumia Slovenia
Foto di dokiai

Quelle di Postumia si sviluppano in un intrecciarsi di 20 chilometri di gallerie e sale con concrezioni calcaree davvero spettacolari e meravigliose.
In 188 anni sono state visitate da più di 31 milioni di visitatori, accompagnati da guide esperte. Si tratta della più grande cavità del Carso classico e allo stesso tempo anche la più visitata grotta turistica d’Europa.

Grotte Postumia Slovenia
Foto di Iversonic

Già nel 1872 le grotte furono dotate di binari per far correre un trenino e accompagnare agevolmente i visitatori nelle stanze più belle e già nel 1884 illuminazione diventò elettrica.
Così oggi le grotte si visitano, nella parte iniziale, con un trenino elettrico e grazie all’illuminazione elettrica potrete ammirare la grandezza e la grandiosità del mondo sotterraneo, dove la storia geologica si legge in una chiave diversa.


>>Continua a leggere "Le grotte di Postumia in Slovenia"

12055 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 22 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Malesia

La Via Ferrata del Monte Kinabalu all'interno del Parco Nazionale del Kinabalu in Malesia è da poche settimane il tratto più alto del mondo. Un vero e proprio Guiness de Primati, superando le più rinomate Vie Ferrate tipiche dell'Alpi Europee.

Il Monte Kinabalu si trova nella regione del Sabah, in Malesia e vanta un'altezza di 4.095 metri sul livello del mare. La Via Ferrata - che ricordiamo per i non appassionati di questa disciplina - è un tragitto, un percorso di montagna, predisposto con una serie di gradini, rotaie e cavi da abbracciare e da utilizzare per completare il tragitto. Sono percorsi con un grado di difficoltà decisamente superiore rispetto a senitieri di montagna per la famiglia ed è quindi consigliato principalmente ad esperti ed appassionati.

La Via Ferrata più alta del mondo è gestita dalla società Mountain Torq Sdn Bhd, che possiete un'altro tratto sul medesimo Monte Kinabalu.
La via ferrata detentrice del nuovo record inizia a 3.411 metri e termina a 3.776 metri, con un dislivello superiore ai 360 metri.



>>Continua a leggere "La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia"

14043 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lençois Maranhenses - Brasile

Scritto da LDN - 100viaggi • Giovedì, 17 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Brasile

Sembra incredibile come, in un paese tropicale come il Brasile e famoso per le sue belle spiagge e foreste, si possa trovare un deserto dalla fattezze incredibili.

Si trova vicino al litorale dello Stato di Maranhão: il suo nome è Lençóis Maranhenses, il deserto brasiliano.
Le sue peculiarità e specificità lo rendono assolutamente unico e diverso.

Fra le vaste dune di sabbia, le lagune assumono colorazioni che partono dal verde smeraldo per declinare verso l'azzurro, formando la vera visione.
Questo spettacolo della natura è reso possibile grazie alle piogge che cadono sulla regione nel primo semestre dell'anno e che alimentano le lagune del vasto deserto dei Lençóis, che si stende per un'area pari al comune di San Paolo.

Gli abitanti del parco vivono della pesca nel periodo di piogge.
Durante la siccità, parte della popolazione emigra verso le regioni limitrofe per lavorare in campagna.
Per proteggere questi 155 mila ettari che riguardano un ecosistema così particolare, è stato creato, nel 1981, il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses.


>>Continua a leggere "Lençois Maranhenses - Brasile"

10910 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

In viaggio sul Chepe: la linea ferroviaria Chihuahua-Pacifico

Scritto da LDN - 100viaggi • Giovedì, 26 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Messico

Se siete alla ricerca di un'esperienza un pò diversa, probabilmente il Chepe potrebbe fare al caso vostro.

Si tratta di una sorprendente rotta turistica nel nord del Messico.
E' la linea ferroviaria Chihuahua-Pacifico formata da centinaia di chilometri di binari che attraversano profondi precipizi ed unisce Chihuahua a Los Mochis, in Sinaloa, costituendo uno dei mezzi di trasporto meglio disegnati del mondo.


La linea ferroviaria Chihuahua-Pacifico, una delle più turistiche del Messico, è l’unico mezzo di trasporto che percorre uno dei sistemi di precipizi più grandi del mondo.

Popolarmente conosciuto come "CHEPE", questo treno viaggia per un totale di 656 km, collegando le due città attraversando alcune delle zone più spettacolari delle Barrancas del Cobre.


Ogni anno trasporta più di 260000 turisti.


>>Continua a leggere "In viaggio sul Chepe: la linea ferroviaria Chihuahua-Pacifico"

8048 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

In giro per i deserti africani a bordo di una moto con "Avventure nel Mondo"!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Martedì, 6 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Africa


Cosa vi aspettate da un viaggio e come vi preparate per la partenza? Siete autodidatti o vi appoggiate ad un tour operator o all'agenzia di viaggi sotto casa vostra? Preferite un all inclusive oppure dormite e mangiate dove vi capita?

Ognuno di noi ha un diverso modo di vedere e di rispondere a questa domanda. Ma una cosa è certa quando ad una destinazione  si aggiunge una passione precisa allora la qualità del viaggio e le emozioni che ne scaturiscono aumentano esponenzialmente!

Quanti di voi, ad esempio, hanno la passione per la moto? E quanti di voi vorrebbero fare il "fagottino" per un viaggio veramente  speciale ... a bordo di una enduro in perlustrazione del deserto libico? E magari avete rinunciato a questo sogno perchè vi è mancato il coraggio di intraprendere l'avventura da soli? 

Anche queste domande trovano delle risposte e sono sicura che molti di voi avranno sentito parlare di "Avventure nel Mondo" e di quanto questo Tour Operator/Agenzia di viaggi sia capace, da più di 25 anni, di fare incontrare persone con la stessa passione per condividere insieme esperienze sempre originali!

Per cui vi lascio in compagnia di alcune foto e di un estratto del sito di "Avventure del Mondo" e di come viene visto, vissuto  ed organizzato un moto raid ... oltre al resoconto di Acacus Libia 2004 di Mr Positive, uno dei tanti "motociclisti partecipanti" a questo tipo di formula proposta!

Deserto Libico con "Avventure nel Mondo"

Moto Raid in Madagascar
"Deserto, sabbia, dune, piste sterrate, fuoripista: questo e’ il deserto e questo è un’invito ad andarlo a conoscere ... con le nostre moto a nolo. Iniziazione al deserto dal 2002 ha portato oltre 1200 piloti italiani sulle sabbie dei grandi deserti libici, algerini, nigerini e namibiani.

Una moto a nolo, un’auto di appoggio con guida, un buon meccanico, una tenda, una cassa viveri portata dall’Italia, e una gran voglia di buttarsi in questa straordinaria avventura.
L’Africa da sempre è meta e sogno di molti motociclisti in cerca di nuovi spazi e nuove sensazioni, a volte però una preparazione incompleta o insufficiente porta ad una conclusione anticipata o al fallimento del viaggio.

Dopo oltre 25 anni di attività organizzativa di raid sulle piste del Sahara, portando centinaia di piloti nei deserti di Mauritania, Mali , Algeria, Tunisia, Libia, Egitto, Sudan, Namibia, Botswana e nei deserti d’ Asia, d’ America e d’Australia abbiamo voluto offrire una opportunità ai piloti, anche esperti enduristi ma digiuni d’Africa, di andare a conoscere i segreti del deserto, delle piste sabbiose, delle dune, delle insidie e dei piaceri del correre su distese infinite completamente fuori pista o di raggiungere con il fiato sospeso la cresta di una duna, per poi buttarsi giù per discese paurose di sabbia mobile.

Nasce così INIZIAZIONE AL DESERTO per offrire ai piloti la possibilità di conoscere il deserto con quella tranquillità mentale e fisica che un raid non può mai riservare per quell’ansia di andare, di proseguire di raggiungere una meta, di rispettare un programma che non ammette ritardi.
Namibia 2006 in moto di Oirad Shot


>>Continua a leggere "In giro per i deserti africani a bordo di una moto con "Avventure nel Mondo"!"

5473 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Chile: i geysers del Tatio, inferno o paradiso?

Scritto da Francesca Romana Alegi • Martedì, 16 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Chile

 

Vi vorrei condurre con me in un viaggio immaginario e reale allo stesso tempo! Cavalchiamo insieme l'onda dell'emozione, ritrovandoci di fronte ad una delle sette zone della terra, Il Chile, dove avvengono  delle eruzioni vulcaniche di tipo secondario ... e siccome non mi sento all'altezza, rimando a Wikipedia la definizione di ... geyser!


Tale fenomeno si manifesta o nei luoghi dove la crosta terrestre è meno spessa o in prossimità di vulcani. Il Gran Geysir in Islanda è uno dei più famosi, con getti  alti tra i 30 ai 40 metri. Ciò impressionò a tal punto gli studiosi che “Geysir”, il nome proprio di questo cratere venne cambiato in “geyser”, ad indicare tutti i fenomeni di questo tipo.
Attivo dal 1294  si è poi "riassopito" all'inizio del  1900. Ma Strokkur, nelle vicinanze, ancora resiste con i suoi 20 metri di getti! Nei dintorni di questo sito sono presenti altre simili eruzioni, il Piccolo Geysir, torrenti caldi e depositi minerali che rendono l'intero luogo un  pianeta a parte.



Non sono numerosi i luoghi della Terra dove si possono ammirare tale eruzioni. Oltre all'Islanda e al Chile solo in altre 5 zone del nostro globo vi è quella combinazione geologica e climatica favorevole per la nascita e sopravvivenza dei geysers: Yellowstone (Wyoming, Stati Uniti); Taupo (North Island, Nuova Zelanda); Penisola del Kamchatka (Russia); isola di Umnak (Isole Aleautine-Alaska-Stati Uniti); i deserti e le lagune di Potosì (Bolivia).



In Chile esiste un luogo che è stato paragonato alle bocche dell'Inferno Dantesco. Io che ancora non ci sono stata mi chiedo: sarà l'inferno o il paradiso? Di sicuro è un posto magico, quasi surreale ... un altro mondo!


>>Continua a leggere "Chile: i geysers del Tatio, inferno o paradiso?"

12144 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tanzania: La terra di un popolo chiamato Masai

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 5 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Tanzania

Avete mai sentito parlare del Mal D'Africa?
Beh la Tanzania potrebbe essere il luogo giusto per "ammalarsi"!

E' la terra del cratere di Ngorongoro, del Kilimanjaro, del lago Vittoria, dei baobab, dei parchi nazionali del Serengeti, Tarangire, Arusha e delle bianche spiagge di Zanzibar, isola situata nell'arcipelago omonimo.  Giusto per menzionare  alcune delle sue famose località! Chi ama la natura qui potrà trovare pane per i suoi denti!


C'è un popolo che vive nelle praterie del Kenia e della Tanzania, allontanato dalle sue terre e confinato in zone povere, in piccoli spazi... sono i Masai, valorosi  guerrieri, 350.000 pastori nomadi. La loro vita è condizionata dalla presenza di acqua e pascoli per gli animali. Il suolo è sacro: non può essere profanato né per coltivare né per scavare pozzi; i loro defunti li abbandonano in pasto agli animali della savana! La terra appartiene esclusivamente al dio Enkai, per esigenze pratiche può essere divisa, ma nessun individuo può diventarne padrone.



Nel corso del XIX secolo i guerrieri Masai conquistarono i migliori pascoli della regione, sottomettendo le altre tribù.
Ma nel 1890 la loro egemonia cominciò a "vacillare", si diffuse la peste bovina che decimò il bestiame provocando una carestia: ne seguì una terribile epidemia di vaiolo che uccise migliaia di persone. A tutto questo si aggiunse l'espropriazione delle terre da parte degli europei...Questo ieri, ma ... oggi?




>>Continua a leggere "Tanzania: La terra di un popolo chiamato Masai"

14893 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Sri Lanka: mille tesori e colori ed un picco chiamato Adamo

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 3 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Sri Lanka
Sri Lanka: una piccola goccia situata nell'Oceano Indiano, soprannominata anche  "lacrima dell'India", proprio perchè ne è il suo proseguimento interrotto!
Lo sapevate che a pochi chilometri al largo delle sue coste si trova il più basso campo gravitazionale sulla Terra?


Quando ripenso al mio viaggio mi vengono in mente le sfumature di verde delle sue piantagioni di tè tra i cui campi risaltano i tessuti colorati delle raccoglitrici "tamil"!

Un'isola dai mille tesori e colori: "Madre Natura" Le ha donato parchi e riserve naturali, foreste, fiumi, cascate, coste con dune e spiagge di sabbia dorata. Il suo popolo, inoltre, ha contribuito a creare, con cura ed amore, dei meravigliosi giardini botanici!

L'antica Ceylon racchiude in sè 2500 anni di storia: le antiche rovine di  Dambulla, Polonnaruwa e Sigiriya, le due città sacre di Kandy e Anuradhapura ed ancora...  monasteri e templipossenti monumenti, palazzi e statue,  ciascuno a rappresentare il proprio credo religioso (in prevalenza buddismo ed induismo) e che si confondono con l'impronta lasciata dai colonizzatori Portoghesi, Olandesi ed Inglesi.

Infine l'elefante, animale sacro ed intoccabile dell'isola, è lui il re della giungla e della foresta... non perdetevi  la visita all'orfanotrofio di Pinnawela dove vengono accolti i piccoli rimasti soli, accuditi e curati come dei figli!

Insomma il visitatore che mette piede in Sri Lanka ha la fortuna di vedere tutte queste cose senza dover fare lunghissimi tragitti, affittando una macchina in 5-6 ore può raggiungere i maggiori punti di attrazione turistica.

Ritornerò con altri post per approfondire gli aspetti più salienti di questa meravigliosa terra!
Ma ora vi vorrei parlare brevemente di un luogo dell'isola a me molto caro, tra dicembre e marzo meta di numerosi pellegrinaggi ...


>>Continua a leggere "Sri Lanka: mille tesori e colori ed un picco chiamato Adamo"

7972 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Goblin Valley State Park

Scritto da LDN - 100viaggi • Mercoledì, 18 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

Per chi ha la fortuna di recarsi nello stato dello Utah negli USA, non deve considerarsi soddisfatto se non è riuscito a visitare la Goblin Valley State Park.
Qui la natura, a colpi di acqua e vento, ha scolpito nella roccia forme dall'aspetto fantastico e assolutamente unico e straordinario.


Stiamo parlando di stranissime sculture naturali che hanno le sembianze di funghi (o folletti - Goblyn per l'appunto), trasformando il panorama in un'ambientazione surreale che non può far altro che ispirare l'immaginazione.
Le numerose insenature e la varietà delle forme offrono occasioni illimitate per camminate di pochi minuti o per lunghe escursioni.

Qualsiasi sia la vostra scelta vale il tempo che si vorrà trascorrere; meglio se si dedicano almeno un paio d'ore all'interno di un forzato quanto ipotetico tragitto tra lo stato dell'Arizona e dello Utah.

Lungo la strada, ci sono delle straordinarie viste sul San Rafael e il Reef Henry Montagne, due incredibili manifestazioni forza della natura.


>>Continua a leggere "Goblin Valley State Park"

5658 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le Cascate dell'Iguazú tra Argentina e Brasile

Scritto da LDN - 100viaggi • Domenica, 8 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Argentina
Patrimonio dell'Unesco, le Cascate dell'Iguazú sono probabilmente una delle cose più grandiosi e spettacolari che la natura potesse regalarci.
Situate al confine tra Argentina e Brasile, le Cascate dell'Iguazù sono un sistema di 275 cascate con altezze fino a 70 metri e si sviluppa per oltre 2,7 kilometri del fiume Iguazú.


Da lato argentino si trova La Garganta del Diablo (la Gola del diavolo) la più imponente fra tutte e forma una U profonda 150 metri e lunga 700 metri.
Inutile dire che i visitatori che provengono da tutto il mondo sono migliaia ogni anno.
Ma l'attrazione naturale non è dovuta solo alla spettacolarizzazione di queste imponenti masse d'acqua che cadono rovinosamente creando immense nubi di vapore e acqua, ma anche dall'immensità dei parchi che lambiscono il lungo tratto che compone il sistema delle cascate dell'Ignazù e dall'incredibile natura che nasce e si sviluppa florida sulel sue sponde.
(bellissimo i video delle cascate disponibili nel proseguo del post).


>>Continua a leggere "Le Cascate dell'Iguazú tra Argentina e Brasile"

37958 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!