Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 29 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Austria, Brasile, Grecia, Italia, Portogallo, Stati Uniti, Turchia

Per il volo libero in deltaplano e parapendio si annunciano tempi di assoluto impegno dal punto di vista organizzativo e come mantenimento del primato mondiale conquistato dai piloti azzurri. L’Italia sta al vertice internazionale per i tanti titoli vinti, primi fra tutti i quattro mondiali di deltaplano, ala flessibile ed ala rigida, a squadre ed individuale, grazie al trentino Alex Ploner questi ultimi.

La scorsa estate il romano Andrea Iemma ai WAG 2009, cioè i giochi mondiali dell’aria, ha conquistato la medaglia d’oro in acrobazia. Nel parapendio l’Italia ha vinto la superfinale di Coppa del Mondo a Poggio Bustone (Rieti), è vice campione del mondo e terza agli europei.

Grazie a questi titoli ed ai piazzamenti internazionali dei nostri piloti, siamo volati in testa alla classifica per nazioni.

I prossimi appuntamenti ci vedranno competere in aria e protagonisti a terra come organizzatori: dal 30 luglio al 8 agosto 2010 nel sito del Monte Cucco (Sigillo, Perugia) l’Italia organizzerà i pre-mondiali di deltaplano, evento staffetta dei campionati del mondo che ospiteremo nella stessa località e periodo l’anno successivo.


>>Continua a leggere "Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio"

5966 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 22 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Malesia

La Via Ferrata del Monte Kinabalu all'interno del Parco Nazionale del Kinabalu in Malesia è da poche settimane il tratto più alto del mondo. Un vero e proprio Guiness de Primati, superando le più rinomate Vie Ferrate tipiche dell'Alpi Europee.

Il Monte Kinabalu si trova nella regione del Sabah, in Malesia e vanta un'altezza di 4.095 metri sul livello del mare. La Via Ferrata - che ricordiamo per i non appassionati di questa disciplina - è un tragitto, un percorso di montagna, predisposto con una serie di gradini, rotaie e cavi da abbracciare e da utilizzare per completare il tragitto. Sono percorsi con un grado di difficoltà decisamente superiore rispetto a senitieri di montagna per la famiglia ed è quindi consigliato principalmente ad esperti ed appassionati.

La Via Ferrata più alta del mondo è gestita dalla società Mountain Torq Sdn Bhd, che possiete un'altro tratto sul medesimo Monte Kinabalu.
La via ferrata detentrice del nuovo record inizia a 3.411 metri e termina a 3.776 metri, con un dislivello superiore ai 360 metri.



>>Continua a leggere "La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia"

14284 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Uno "skywalk" a forma di ferro di cavallo, a strapiombo sul Grand Canyon: strabiliante e da non perdere!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 30 settembre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Stati Uniti

"Le vertigini sono il conflitto tra la paura ed il desiderio di cadere"

Salman Rushdie




A volte le parole non bastano a descrivere le emozioni di queste foto! Se capitate da queste parti non perdetevi il brivido di ammirare il Gran Canyon dall'alto dello Skywalk ... costi quel che costi!


Qui di seguito riporto l'interessante link e le foto del post in inglese da me tradotto in italiano: pixdaus

L'imponente Sky walk nel Gran Canyon, è accessibile ai visitatori dal marzo del 2007 e permette di "ammirare il panorama mozzafiato" al di là ed attraverso il pavimento di vetro da un'altezza di 4000 ft (1.200 m). L'unico inconveniente? Non sono ammesse macchine fotografiche, bisogna solo riuscire a conservare le immagini nei ricordi ... ma siccome non tutti sono in grado di farlo ... c'è chi riesce ad immortalare il momento fotografando di nascosto, noi siamo riusciti nell'intento!


I visitatori indossano scarpe con una stravagante protezione al fine di non graffiare il vetro su cui camminano:



Image: Heather King


Sospesi nel cielo:



Image via sedonablog

Spacciata come la "nuova meraviglia architettonica del mondo" lo Skywalk è una passerella di vetro che si estende per  21 metri oltre l'orlo del Canyon. Si tratta di 3 metri di larghezza con recinzioni di vetro alte 1,5 m. Per garantirne la sicurezza sono state inserite, nella parete del canyon, 14 m di travi d'acciaio. Anche se la costruzione potrebbe teoricamente  reggere il peso di diverse centinaia di persone, sono ammessi solo 120 visitatori alla volta.


L'anello nel cielo:


Image via the canyon






Image via biker.ie

Certo per coloro che si chiedono come mai non è  permesso di riprendere dall'alto dello Skywalk la risposta sta nel fatto che si possono comprare le fotografie turistiche a 25 $ a stock. Questo sarebbe il "piccolo extra "da pagare, oltre la tassa di 25$ per accedere a tale "attrazione da brivido" + 10$ di bus da prendere per raggiungere la località in questione (se non si ha una macchina a seguito) ed, infine, il pacchetto turistico che oscilla tra i 54$ ed i 213$! E' la crudele legge della speculazione!



Image via freakingnews


>>Continua a leggere "Uno "skywalk" a forma di ferro di cavallo, a strapiombo sul Grand Canyon: strabiliante e da non perdere!"

6463 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

OLTRE Beyond the Edge - La missione Off-Road ad Arkhangelsk

Scritto da LDN - 100viaggi • Mercoledì, 21 gennaio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Asia

Arkhangelsk - Foreste di Taiga - Foto di Koraxdc
Senza limiti, oltre i limiti. La missione "OLTRE Beyond the Edge" è l'ennesima sfida della tecnologia e l'uomo contro le avversità naturali.

Partita da Milano il 30 novembre scorso, questo viaggio Off-Road sta percorrendo il passaggio all'estremo nord del continente asiatico, rasentando il circo polare artico per giungere all'estermo est del continente: destinazione Ueler.

Un viaggio contro ogni difficoltà, ma che ha qualcosa di straordinariamente affascinante e all'opposto del classico viaggio come oggi viene inteso.

La tappa che oggi vi raccontiamo è per molti versi storicamente interessante.

Arkhangelsk - Foreste di Taiga - Foto di Koraxdc
La carovana composta da camion Massif 4 x 4 e Daily Iveco è entrata in Arkhangelsk, Arcangelo in italiano.

Per giungere a questa tappa importantissima, il tratto percorso è stato a dir poco massacrante.

Un tragitto di 24 ore ininterrotte ad una media di 30 Km/h a causa delle pessime condizioni delle strade: buche profonde anche 40 centimetri e una spessa lastra di ghiaccio che ricopriva quasi interamente il manto stradale hanno, infatti, costretto l’equipaggio a una non stop di 24 di marcia, con cambi alla guida degli automezzi ogni due ore, per mantenere la tabella prevista.




>>Continua a leggere "OLTRE Beyond the Edge - La missione Off-Road ad Arkhangelsk"

12191 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!