Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Aloha, Hawaii ... arcipelago, isole e vulcani!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 3 maggio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

Quando si parla delle Hawaii di solito la prima cosa che ci viene in mente è pace, sole, mare ed ancora mare, ma in effetti l'arcipelago delle isole Hawaii  è ciò che emerge di una catena sottomarina di origine vulcanica.

Il caldo clima tropicale, l'abbondanza di spiagge pubbliche e di ambienti oceanici la rendono una destinazione estremamente popolare per i turisti, surfisti, biologi.

Anche i vulcanologi trovano, nell’arcipelago, pane per i loro denti,  essendo le Hawaii il miglior laboratorio naturale, su scala mondiale, per lo studio dei fenomeni vulcanici.

Mentre la linea costiera delle Hawaii è lunga approssimativamente 1.210 km (750 miglia) e si estende nell' Oceano Pacifico da nord est a sud ovest,  allineando e misurando le otto principali isole si raggiunge una lunghezza di 640 km. Ed eccole qui di seguito elencate ...

Hawaii anche chiamata Big Island (per non confonderla con il nome più generico dell'arcipelago), Maui, Molokai, Lanai, Kahoolawe, Oahu (con la capitale Honolulu), Kauai, Nihau.

Le isole Hawaiane sono tra le terre emerse più isolate al mondo, distano infatti quasi 4.000 km sia dalla costa americana (il punto più vicino è la California) sia da Tahiti, e oltre 1.000 km da alcune isole del gruppo Kiribati. L'arcipelago appartiene geograficamente al continente dell'Oceania.



>>Continua a leggere "Aloha, Hawaii ... arcipelago, isole e vulcani!"

12571 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ecco le 10 splendide spiagge più appartate secondo TripAdvisor

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 22 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Tendenze di mercato

Vi mostro, qui di seguito, 10 splendide spiagge appartate secondo un'indagine di TripAdvisor ... quasi tutte di un bianco candido, quasi tutte raggiungibili solo con la barca. Le 10 spiagge hanno in comune la pace, il silenzio, l'isolamento, immersi nella natura ...

buona visione!

:-)

Whitehaven Beach - Whitsunday Island National Park, Airlie Beach - Australia

Agonda Beach - Goa - India

Playa Flamenco - Culebra - Caraibi - Puerto Rico


>>Continua a leggere "Ecco le 10 splendide spiagge più appartate secondo TripAdvisor "

5016 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Jeju-do, la piccola Hawaii coreana, tra le 10 mete turistiche mozzafiato al mondo...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 30 marzo 2012 • Commenti 0 • Categoria: Corea del Sud

Situata a 130 chilometri dalla punta meridionale della Corea incontriamo l'isola vulcanica di Cheju  o Jeju-do. Ad un'ora di volo da Seul, Busan e Daeguù, è la più grande isola e la più piccola provincia coreana.

Soprannominata la Piccola Hawaii ... è l'unica provincia insulare del paese, larga 73 km da est ad ovest e 31 km da Nord a Sud, è stata generata dalle eruzioni vulcaniche circa due milioni di anni fa.

Ed è proprio per via  della sua natura vulcanica che è ricca di grotte (circa 60), di cascate e di strane formazioni rocciose! Presenta, inoltre,  una vegetazione subtropicale, piogge frequenti ed un clima temperato. 

Oreum

Sull’isola è presente  la montagna più alta della Corea del Sud con i suoi 1950 metri, chiamata Halla-san, un vulcano estinto che ha formato Jeju nel corso di cinque eruzioni. I fianchi di Halla-san sono costellati da 366 bocche vulcaniche secondarie ed al suo interno c’è un lago. La sommità del monte Halla si riflette nell'acqua del laghetto che si è formato in uno dei coni vulcanici secondari...l'ultima eruzione registrata è avvenuta 800 anni fa!

I contadini del passato che facevano pascolare i loro cavalli e gli altri animali fra questi coni, chiamati Oreum in coreano, si facevano poi seppellire nello stesso luogo in cui avevano lavorato. Queste tombe, circondate da un basso muricciolo, si possono vedere ancora oggi.




>>Continua a leggere "Jeju-do, la piccola Hawaii coreana, tra le 10 mete turistiche mozzafiato al mondo..."

6711 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Messico: Siaan Ka'an e Punta Allen

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 23 settembre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Messico

Se programmate un viaggio in Messico ed in particolare in Riviera Maya non potete mancare una visita alla riserva della Biosfera di Siaan Ka'an. L'area, patrimonio dell'Umanità dal 1987, inizia 4km a sud di Tulum ed ha quattro differenti ambienti: la barriera corallina, le lagune, la savana e la selva.

Visitarla non è facile: i punti di accesso sono pochi e i tour organizzati sono principalmente: visita dei canali, visita in kayak delle lagune, pesca alla mosca e tour a Punta Allen con avvistamenti di tartarughe marine, delfini e snorkeling sulla barriera corallina (la seconda per estensione del pianeta dopo quella australiana).



>>Continua a leggere "Messico: Siaan Ka'an e Punta Allen"

7211 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Un lembo di paradiso nelle isole di Capo Verde!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 10 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Capo Verde

Ancora una volta in Africa, più precisamente  a 500 km dal Senegal, nell’Africa Occidentale, in un arcipelago composto da 10 isole di origine vulcanica e 5 isole minori Capo Verde!

Deserti e valli verdissime, spiagge bianche incontaminate, fanno di questa destinazione un vero e proprio lembo di paradiso!

Il mare, il sole, il clima secco e caldo ma soprattutto la tranquillità  renderanno la nostra vacanza memorabile.

E’ una delle mete preferite durante i nostri inverni, anche se i mesi migliori sembrerebbero essere aprile e maggio, mesi in cui vi sono scarse precipitazioni e la temperatura si aggira attorno ai 26°.

Isola di Sal



>>Continua a leggere "Un lembo di paradiso nelle isole di Capo Verde!"

12788 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Filippine: 5 resorts di lusso all'insegna del nostro relax!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 24 luglio 2011

Parlando di paesaggi, mare e lusso, vi propongo  5 resorts nelle Filippine,  per una vacanza in pieno relax!

  • Amanpulo è un resort  situato nell'isola privata di Pamalican, nell'arcipelago delle isole Cuyo. Dista circa un' ora e mezza di aereo da Manila.

Isola privata paridisiaca, dove si possono avvistare facilmente delfini e balene. Mare cristallino, ampie spiagge (quasi 6 km) e piccoli scogli che vivacizzano il paesaggio. La barriera corallina, a circa 300 metri dalla riva, ha formato delle piscine ideali per lo snorkeling e la pesca.

I 40 cottages sono circondati da una vegetazione tropicale e le 2 ville private sono rivestite di preziosi legni ed arredate con il raffinato stile Aman. Il ristorante è situato su una terrazza con vista sull'isola di Manamoc. E' possibile praticare tutti i tipi di sport acquatici, mentre  numerose escursioni a piedi e in bicicletta portano alla scoperta di questa meravigliosa isola!

  • Antulang Beach Resort è uno dei più suggestivi resorts di tutte le Filippine. Dista circa 40 km da Dumaguete, piccola cittadina,  capoluogo e porto della provincia di Negros Oriental, appartenente al gruppo delle Visayas.

Dumaguete, raggiungibile da Manila (in aereo + bus) o da Cebu (bus + barca), è punto di partenza per numerose interessanti escursioni nelle aree circostanti: il caratteristico Mercato di Malatapay (il mercoledì), le cascate di Casaroro e di Siaton, le incredibili grotte di Mabinay e numerose altre ancora. Alcune di queste aree sono santuari marini e riserve protette, come Apo Island e Balicasag.



>>Continua a leggere "Filippine: 5 resorts di lusso all'insegna del nostro relax!"

10746 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tsarabanjina in Madagascar: un'isola privata per il nostro relax ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 14 luglio 2011 • Commenti 4 • Categoria: Madagascar

E’ tempo di vacanze , per cui la carrellata di posti di mare belli deve continuare … questa volta  la località scelta per voi è Tsarabanjina!

Questa piccola isola è collocata nelle acque occidentali dell’arcipelago Mitsio, in Madagascar.





>>Continua a leggere "Tsarabanjina in Madagascar: un'isola privata per il nostro relax ..."

9399 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Vacanze suggerite da Tripadvisor, in 4 resorts di lusso: Maldive, Bahamas, Bali, Tasmania.

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 1 novembre 2010


Culliamoci nel lusso, che sia sogno o realtà, tra mare trasparente e spiagge incontaminate, dove non esiste orologio che scadenzi i nostri ritmi frenetici:  il sole ci accompagnerà di giorno, mentre la notte saranno le stelle e la luna a farci compagnia! Tutto questo nel completo relax ... la sana terapia per riprenderci dallo stress quotidiano e cittadino!   

E' Tripadvisor a suggerirci queste strutture extra-lusso in destinazioni che vanno oltre l'immaginazione ed il tempo!



Maldive, Cocoa Island:
i tre colori della vacanza maldiviana: il turchese del mare, il bianco della sabbia, il verde delle palme. A sud di Malè sorge Cocoa Island, un'isola privata: affascinanti le abitazioni a forma di imbarcazioni locali, i dhoni, collegate alla spiaggia da una passerella in legno e costruite sul mare.

Ciascuna di queste sistemazioni è dotata di una terrazza privata , da dove, in perfetta solitudine, ci si può tuffare nell'oceano. Tutto ciò potendo usufruire  dei rilassanti trattamenti del resort, che segue la filosofia olistica dei Como Shambhala retreat: programmi quotidiani di yoga,  idroterapia, bendaggi di alghe, scrub al sale marino!




Bahamas, Paradise Island:
è il resort extra-lusso in questo lembo di terra caraibica: non poco distante da questa meravigliosa struttura sorge Atlantis, il più grande acquario del mondo  con presenti 50.000 esemplari marini, 11 piscine e persino 1 casinò. Esageriamo?

In Paradise Island c'è un pò di tutto: il mare mozzafiato delle Bahamas e l'immenso giardino fiorito in stile Versailles. La struttura alberghiera è stata realizzata per metà in stile coloniale e per metà in chiave moderna. Tra ristoranti di haute cuisine francaise e trattamenti rilassanti della s.p.a., c'è spazio anche per il romanticismo: il matrimonio sulla spiaggia è un opzione!

E poi c'è il bellissimo green, il fascino di giocare in mezzo al mare è unico, così come la difficoltà di  mettere le palline in buca, tra continue raffiche di vento!E' l'Ocean Club Golf Course che si allunga su 7.100 yards, disegnato da Tom Weiskopf.



>>Continua a leggere "Vacanze suggerite da Tripadvisor, in 4 resorts di lusso: Maldive, Bahamas, Bali, Tasmania."

10438 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mauritius: riconoscimenti e festeggiamenti, nell'attesa dell'imminente competizione di Triathlon!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Sabato, 9 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mauritius


L'Isola di Mauritius è la vincitrice del premio 2010 Best International Island Destination nel Commonwealth International Travel Mart (CITM), una delle più importanti fiere internazionali del turismo, che si è tenuta a New Delhi lo scorso agosto.

Il CITM è un importante momento di incontro e scambio culturale che raggruppa, sotto la stessa egida, le destinazioni turistiche di parte del Commonwealth e degli Stati Indiani.

Il riconoscimento dimostra, ancora una volta, come il fascino di Mauritius mantenga alto l’interesse nei confronti della destinazione!

Le Saint Géran

L'hotel One & Only Le Saint Géran, situato nella penisola di Belle Mare (sulla costa occidentale) ha in programma, tra il prossimo 24 e 29 ottobre, un ricco calendario di eventi speciali, che esalteranno le eccellenze di questa struttura alberghiera. Del resto non si possono non celebrare i suoi primi 35 anni di attività!

Le Saint Géran

I festeggiamenti culinari, ad esempio, si apriranno in grande stile con la Wine Dinner presso il ristorante Spoon des Iles dello chef Alain Ducasse e con una cena di gala al Raasoi by Vineet, il ristorante aperto 3 anni fa all’interno del prestigioso resort che ha, alla sua guida, il primo chef stellato indiano: Vineet Bhatia.

Le celebrazioni comprenderanno poi feste alla romantica luce della luna piena, musica dal vivo, BBQ in spiaggia, spettacoli pirotecnici e ancora tornei di golf e tennis.

Le Saint Géran, il cui nome deriva dallo spettacolare relitto che dal 1744 è custodito nelle acque della laguna, è stato inaugurato da Sir Seewoosagur Ramgoolam il 20 ottobre 1975.

Le Saint Géran

Con la sua apertura l'albergo ha contribuito negli anni allo sviluppo dell’industria turistica di Mauritius, entrando nel 2003 a far parte del gruppo one only resorts.

ma l'evento forse più atteso, nel prossimo mese di novembre,  è quello riguardante tutti gli appassionati di sport ...


>>Continua a leggere "Mauritius: riconoscimenti e festeggiamenti, nell'attesa dell'imminente competizione di Triathlon! "

7159 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

2 differenti modi di vivere la Sardegna in Gallura: la spiaggia di Vignola (Aglientu), nel "camping Saragosa" e "l'Agriturismo Stazzi La China" (Luogosanto), nell'entroterra!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 29 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

La Sardegna è un'isola generosa ed accogliente, luogo comune d'incontro che, con la sua natura ed il suo popolo, ha saputo affascinare, nel corso dei secoli, generazioni di viaggiatori, ieri ... come oggi!

Torre di Vignola - Foto di Giando Uscidda

Una regione sarda a cui sono particolarmente affezionata ? La Gallura.

E' stata la località in cui ho vissuto le mie vacanze estive per 3 stagioni consecutive, quando ancora  studiavo, pochi soldi in tasca, una tenda ed il Camping Saragosa.

Collocato nel magnifico scenario della costa gallurese, ad un passo dalla torre di Vignola, nel comune di Aglientu , in prossimità della quale, nelle notti stellate, si facevano dei magnifici falò, in compagnia della comitiva con cui partivo ed a cui si aggregavano nuovi amici!

Chitarre, qualche fresca birra e l'inseparabile "bambinello" (nel dialetto romano), ossia lo stereo portatile, a cui non potevano mancare le pile, altrimenti come si poteva ascoltare la musica degli anni '80?

Così ho trascorso le mie spensierate e divertenti giornate di mare, pernottando nel campeggio ed utilizzandolo anche come transito per visitare altre bellissime località sarde, tra mare, tintarella, passeggiate, entroterra e cucina tradizionale squisitissima!

Sono passati tanti anni da allora e so che quello stesso camping è cresciuto...

Ma quelle magnifiche piazzole all'ombra in cui piantare le tende sono sempre lì, così come sempre lì ci sono due persone a me molto care e che questo  camping lo hanno visto crescere, lo hanno curato come una piantina: Giando ed Eraldo. Ed i risultati si sono visti con l'andare degli anni, eccome!

Ora ci sono dei bungalows, dei campers adibiti a pernottamento, l'animazione. Il  camping Saragosa è fornito di tutti i conforts per passare una vacanza in movimentata compagnia e, perchè no, anche in completo relax!

Io sulla Torre di Vignola e con la mia amica Silvia davanti alla mia tenda!

Quando c'è la volontà, la determinazione e l'amore si può ottenere molto, tanto, a volte l'impossibile ... e ci vuole coraggio a lasciare il certo per l'incerto ...

E' quello che è successo alla mia migliore amica Simona che ha lasciato un lavoro di libera professione, più che avviato, per rincorrere il sogno di vivere lontano dalle città, lontano dal "continente", a dirla come i simpatici sardi! 

Si è trasferita nell'entroterra in Gallura ed ha creato, dal nulla, su 40 ettari di terra, a monte del fiume Liscia,  insieme ai suoi genitori pensionati ed alla sorella, L'Agriturismo ed Azienda Agricola Stazzi La China.

L'Agriturismo ed Azienda Agricola Stazzi La China

Guarda caso, ma dove poteva collocare il suo agriturismo?  Nell'entroterra gallurese ... ad una manciata di chilometri dalla costa a me tanto cara! Ma non è strana la vita?



>>Continua a leggere "2 differenti modi di vivere la Sardegna in Gallura: la spiaggia di Vignola (Aglientu), nel "camping Saragosa" e "l'Agriturismo Stazzi La China" (Luogosanto), nell'entroterra!"

20112 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

30 milioni di anni racchiusi nelle Isole Canarie. Tenerife: " la montagna bianca".

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 9 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spagna

Le Isole Canarie , costituite da 7 isole e 6 isolotti, sono punte emerse di una catena montuosa vulcanica  che si estende sul fondo dell'oceano.

Nell' arcipelago sono racchiusi 30 milioni di anni, tra bei paesaggi e misteri che ancora cercano risposte!

Si trovano al largo delle coste nord -occidentali africane, nell'area che appartiene politicamente alla Spagna, da cui emerge la cosmopolita ed urbanizzata Tenerife (che significa Montagna Bianca), l'isola più grande delle Canarie ed anche la più conosciuta turisticamente.

Qui svetta il Teide, il monte più alto della Spagna ed anche vulcano a scudo, il terzo nel mondo, come grandezza.

Vale la pena dedicare  una giornata intera alla visita del Parco Nazionale del Teide, con il suo paesaggio  lunare e surreale: colori che variano dal rosso al nero all'ocra, la vastità  degli spazi, il silenzio.

E' "Terra Bruciata"  dove la natura si è divertita a creare, con le sue colate laviche, delle forme bizzarre. 



Da visitare assolutamente il sito archeologico di Güímar: al suo interno un intero complesso cerimoniale interamente restaurato, grazie al ricercatore norvegese Thor Heyerdhal che è riuscito, con la sua devota passione, a recuperare un patrimonio culturale che rischiava di scomparire!

L'enigma di queste piramidi, molto simili alle piramidi maya, sarà collegato all'antico regno dei Guanci (o Guanchi) che aveva dominato le Canarie prima che giungessero i colonizzatori spagnoli nel XV° secolo?

Al Museo della Natura e dell´Uomo di Santa Cruz, il visitatore potrà ammirare tutto quel potenziale di contenuti, collezioni e conoscenze accumulatosi in decenni di ricerca e di lavoro scientifico, è un patrimonio inestimabile, testimone della ricchezza naturale delle Isole Canarie e delle loro popolazioni preispaniche.



>>Continua a leggere "30 milioni di anni racchiusi nelle Isole Canarie. Tenerife: " la montagna bianca"."

5745 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Yemen: l'ultimo paradiso endemico a Socotra, L'Isola Felice!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 5 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Yemen

E' entusiasmante cavalcare l'onda di un viaggio,  andare alla ricerca di nuove emozioni …  è per questo che vi presento su un piatto d'argento una destinazione non ancora raggiunta dal turismo di massa, insomma pane per i denti del viaggiatore appassionato


Voliamo nello Yemen  … dal 1997 l’ecoturismo ha subito un’incredibile impennata, grazie alla costituzione di uno speciale programma di sviluppo, da parte del governo yemenita in cooperazione con l’United Nations Development Programme (UNDT).

Tra i 10 itinerari individuati in Yemen, considerati di rilevante interesse culturale ed ecoturistico, spicca l’Isola di Socotra (3.625 km²), dichiarata area protetta dal 2000.

Il prezioso arcipelago di cui fa parte Socotra (insieme ad Abd al-Kuri, Darsa, Samha ed alcuni scogli disabitati),  dal 2008 è  patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.  Sebbene sia situato nell'oceano indiano, ad un passo dal Corno d'Africa (300 km dalla costa somala) è entrato a far parte dello Yemen unificato  nel 1990, da cui dista 350 km.

L'Isola Felice (dal sanscrito Dvpu Sukhatara) è un vero e proprio paradiso: rimasta inaccessibile e sconosciuta per secoli, ha preservato specie di animali e vegetali che in altre parti del globo risultano estinte. 

Il susseguirsi di eventi che l'hanno gradualmente allontanata dall'isolamento è scritto nella storia: prima protettorato britannico poi, fino al 1967,  base della marina sovietica e comunque irraggiungibile via aereo fino al 2002.

Al Hajarah - Yemen

Giusto per rendervi l'idea ... da Wikipedia leggo che: "il 37% delle 825 specie di piante sono uniche al mondo". Tra queste spiccano la Rosa del Deserto  (Adenium obesum sokotranum) ed Il Sangue di Drago (Dracena cinnabari) che cresce solo in questi luoghi ed è il simbolo dell'isola

"Così come unici al mondo sono il 90% dei rettili e d il 95% dei serpenti di terra. La popolazione aviaria comprende 192 specie, 44 delle quali vivono sempre sull'isola, mentre 85 sono uccelli migratori (in parte a rischio di estinzione). In mare si contano 253 specie di coralli che danno vita ad una barriera, 730 specie di pesci e 300 granchi, aragoste e gamberetti".



>>Continua a leggere "Yemen: l'ultimo paradiso endemico a Socotra, L'Isola Felice!"

24094 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!