Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Wonderful Fly Geyser in Nevada!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Venerdì, 20 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Stati Uniti

E’ inserito nella lista delle dieci meraviglie geologiche del mondo … si tratta del Fly Geyser e per raggiungerlo bisogna arrivare in  Nevada, negli Stati Uniti, all’interno del deserto Black Rock, non distante dal vertice di confine con California ed Oregon.

E’ uno spettacolo terrestre quello che ci si presenta davanti:  sembra di venire catapultati in un paesaggio alieno e stupefacente …  lo splendore cromatico generato fa passare in secondo piano l'altezza del suo zampillo (1.5 metri), meno considerevole rispetto ai geysers più noti.  

L'altezza del geyser è di 3.7 metri e la temperatura  del getto d'acqua raggiunge i 200 gradi.

Inoltre, l'acqua emessa in superficie, viene raccolta dalle 30-40 vasche formatesi naturalmente che lo circondano.

L'acqua della sorgente termale ricca di minerali, peraltro, intersecandosi con le alghe termofile, istallatesi nel tempo, che sono resistenti alle alte temperature e prosperano in ambienti umidi, crea singolari ed affascinanti sfumature di colori.


>>Continua a leggere "Wonderful Fly Geyser in Nevada! "

5783 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'Islanda, oltre ogni immaginazione ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 4 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Islanda


"ll 17 aprile 2010 erutta il vulcano islandese Eyjafjöll, sul ghiacciaio Eyjafjallajökull.

La nube vulcanica, prodotta dall'esplosione, in breve tempo copre i cieli di gran parte d'Europa, impedendo per giorni il libero flusso degli aerei.

E' caos negli aeroporti ... le ceneri vulcaniche rappresentano, infatti, un grave rischio per i motori dei velivoli."

Lo scenario naturale dell’Islanda abbonda di fenomeni  vulcanici e geotermici: geysers, sorgenti termali, fumarole, colate laviche, pozze di fango, crateri,caldere e cupole eruttive.

Sono numerosi i vulcani sopiti o attivi.

Oltre ai vulcani veri e propri, l’Islanda possiede circa 250 zone geotermiche ed un totale di circa 780 sorgenti di acqua termale, con una temperatura che si aggira attorno ai 75°C.

Viaggiare in Islanda è come scoprire i segreti del Pianeta Terra nelle sue viscere e nella bellezza dei paesaggi, degli spazi e dei silenzi ...  

... Islanda, misteriosa ed esplosiva pronta a sbalordirci con sorprese mozzafiato che ci portano lontano...




Öxarfjörður

L’Islanda con i suoi circa 288.000 abitanti è una nazione compatta, si ha l’impressione che tutte le persone si conoscano. Quasi la metà della popolazione totale vive a Reykjavik e quasi 180.000 nella zona che comprende la capitale ed i sobborghi. Circa 25.000 islandesi vivono nelle fattorie sparse in tutto il paese.

Gli islandesi in genere sono riservati e morigerati, ma quando è festa si trasformano. Il venerdì ed il sabato sera ogni inibizione cade e la conversazione scivola, insieme a fiumi di alcool. 

Krafla - Cratere Viti


Che decidiate di affidarvi ad un'agenzia di viaggi di vostra fiducia o di organizzarvi il viaggio da soli (qualche utile links lo trovate a fine post), non fatevi sfuggire alcune delle sotto-elencate tappe, le foto di Alessandro Novelli, danno l'impressione di quanto l'Islanda possa essere fantastica, oltre ogni immaginazione ...  


Námaskarð

Gullfoss

Gullfoss: è un magico dono della natura che lascia di stucco, con un salto di 32 metri la cascata si butta nel canyon, spandendo acqua e spruzzi sulle sue sponde  scoscese, dove arcobaleni si formano e svaniscono in continuazione, avvolgendo le sponde del canyon.  


>>Continua a leggere "L'Islanda, oltre ogni immaginazione ..."

10644 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Da Beppu a Yufuin, tra onsen, jigoku e ryokan giapponesi!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 11 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Giappone

Torno nuovamente e volentieri a parlarvi del Giappone: ci troviamo a nord-est, in un'ampia e profonda baia della costa nord-orientale dell'isola di Kyushu, nella Prefettura di Oita.

Proprio in questa zona sorge la cittadina di Beppu, avvolta in una nuvola di fumo ... famosissima, del resto, per gli onsen, ossia stazioni termali collegate a sorgenti di acqua calda di origine vulcanica, la cui temperatura oscilla dai 37 ai 98°C!


Sono circa 3.000 le sorgenti calde, dalle svariate proprietà chimiche, in grado di attirare, ogni anno, più di 12 milioni di turisti.

Quello di Beppu è il più grande complesso termale del Giappone ed è il 2° al mondo dopo Yellowstone, nel Wyoming.

E' possibile apprezzare i benefici degli onsen in una delle tantissime vasche pubbliche e/o private, del resto i poteri straordinari sul corpo e sulla mente dei visitatori sembrerebbe leggendario!

Kamado Jigoku o "Milk Pond"

I principali siti geotermici di Beppu, ribbattezzati Jigoku, ossia inferni, sono 9

Vi lascio qui di seguito alcune belle foto scattate da un caro amico Andrea Giammaria, durante la visita ai Jigoku!

I "9 inferni" sono sorgenti di acqua geotermica che provengono dal sottosuolo (250/300 m) e che vanno a formare dei pozzi, ognuno dei quali presenta un differente colore e lo rende unico nella sua tipologia!

Oniishibozu Jigoku o "Mud pond"
E giusto per rendere l'idea... l'effetto delle acque, accompagnato dai vapori scaturiti dall'ebollizione, dipingono a Inferno Dantesco il paesaggio circostante!

Si passa così dalle luminose acque rosse di "chi-no-Ike Jigoku" o "pozzo di sangue" (profondo 200 m), alle "apparenti " acque fredde blu-cobalto (dalla temperatura di 98°) di "Umi Jigoku" o "pozzo dell'oceano", fino al potente getto di un geyser (caratterizzato da bollenti acque che spruzzano aria fino ad un'altezza di  20 m) di Tatsumaki Jigoku o "pozzo di ciclone".

Tra le tante escursioni organizzate quella degna di nota è la Jigoku Meguri, un tour alla scoperta di questi pozzi bollenti, tra fanghi e vapore acqueo.


"chi-no-Ike Jigoku" o "pozzo di sangue"


"Umi Jigoku"  o "pozzo dell'oceano"

(nel canestro della foto sotto ci cuociono le uova)




>>Continua a leggere "Da Beppu a Yufuin, tra onsen, jigoku e ryokan giapponesi!"

7813 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!