Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Porto Santo ... una perla portoghese nell'oceano atlantico!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 12 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Portogallo

Non avete ancora una meta per le vostre vacanze? Cercate una località un pò fuori dal mondo civilizzato, con prezzi ancora accessibili?

Ed allora tra i "last-minute" forse troverete Porto Santo … una bellissima destinazione: 4 ore di volo la separano dai principali aeroporti italiani ...

Nell'arcipelago di origine vulcanica a cui appartiene, c'è anche Madeira (da cui dista 50 km) e 2 gruppi di isole disabitate, le Desertas e le Selvagge.

Questa piccola perla portoghesecollocata nell’oceano atlantico, è una vera e propria oasi per chi è in cerca di riposo e benessere: temperature miti tutto l'anno (tra i 18 ed i 27°), acqua e sabbie con proprietà incredibilmente terapeutiche.

E per coloro che amano l'attività fisica sono a disposizione molteplici sport da praticare tra cui il diving, il surf ed il windsurf, il trekking, il parapendio ed il golf!

In soli 10 km di lunghezza e 6 km di larghezza sono racchiusi dei paesaggi  meravigliosamente contrastanti: la costa settentrionale con alte scogliere a picco sul mare, quella meridionale caratterizzata, invece, da una spiaggia di sabbia finissima e dorata lunga 9 km!


>>Continua a leggere "Porto Santo ... una perla portoghese nell'oceano atlantico!"

11284 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

30 milioni di anni racchiusi nelle Isole Canarie. Tenerife: " la montagna bianca".

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 9 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spagna

Le Isole Canarie , costituite da 7 isole e 6 isolotti, sono punte emerse di una catena montuosa vulcanica  che si estende sul fondo dell'oceano.

Nell' arcipelago sono racchiusi 30 milioni di anni, tra bei paesaggi e misteri che ancora cercano risposte!

Si trovano al largo delle coste nord -occidentali africane, nell'area che appartiene politicamente alla Spagna, da cui emerge la cosmopolita ed urbanizzata Tenerife (che significa Montagna Bianca), l'isola più grande delle Canarie ed anche la più conosciuta turisticamente.

Qui svetta il Teide, il monte più alto della Spagna ed anche vulcano a scudo, il terzo nel mondo, come grandezza.

Vale la pena dedicare  una giornata intera alla visita del Parco Nazionale del Teide, con il suo paesaggio  lunare e surreale: colori che variano dal rosso al nero all'ocra, la vastità  degli spazi, il silenzio.

E' "Terra Bruciata"  dove la natura si è divertita a creare, con le sue colate laviche, delle forme bizzarre. 



Da visitare assolutamente il sito archeologico di Güímar: al suo interno un intero complesso cerimoniale interamente restaurato, grazie al ricercatore norvegese Thor Heyerdhal che è riuscito, con la sua devota passione, a recuperare un patrimonio culturale che rischiava di scomparire!

L'enigma di queste piramidi, molto simili alle piramidi maya, sarà collegato all'antico regno dei Guanci (o Guanchi) che aveva dominato le Canarie prima che giungessero i colonizzatori spagnoli nel XV° secolo?

Al Museo della Natura e dell´Uomo di Santa Cruz, il visitatore potrà ammirare tutto quel potenziale di contenuti, collezioni e conoscenze accumulatosi in decenni di ricerca e di lavoro scientifico, è un patrimonio inestimabile, testimone della ricchezza naturale delle Isole Canarie e delle loro popolazioni preispaniche.



>>Continua a leggere "30 milioni di anni racchiusi nelle Isole Canarie. Tenerife: " la montagna bianca"."

5874 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Yemen: l'ultimo paradiso endemico a Socotra, L'Isola Felice!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 5 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Yemen

E' entusiasmante cavalcare l'onda di un viaggio,  andare alla ricerca di nuove emozioni …  è per questo che vi presento su un piatto d'argento una destinazione non ancora raggiunta dal turismo di massa, insomma pane per i denti del viaggiatore appassionato


Voliamo nello Yemen  … dal 1997 l’ecoturismo ha subito un’incredibile impennata, grazie alla costituzione di uno speciale programma di sviluppo, da parte del governo yemenita in cooperazione con l’United Nations Development Programme (UNDT).

Tra i 10 itinerari individuati in Yemen, considerati di rilevante interesse culturale ed ecoturistico, spicca l’Isola di Socotra (3.625 km²), dichiarata area protetta dal 2000.

Il prezioso arcipelago di cui fa parte Socotra (insieme ad Abd al-Kuri, Darsa, Samha ed alcuni scogli disabitati),  dal 2008 è  patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.  Sebbene sia situato nell'oceano indiano, ad un passo dal Corno d'Africa (300 km dalla costa somala) è entrato a far parte dello Yemen unificato  nel 1990, da cui dista 350 km.

L'Isola Felice (dal sanscrito Dvpu Sukhatara) è un vero e proprio paradiso: rimasta inaccessibile e sconosciuta per secoli, ha preservato specie di animali e vegetali che in altre parti del globo risultano estinte. 

Il susseguirsi di eventi che l'hanno gradualmente allontanata dall'isolamento è scritto nella storia: prima protettorato britannico poi, fino al 1967,  base della marina sovietica e comunque irraggiungibile via aereo fino al 2002.

Al Hajarah - Yemen

Giusto per rendervi l'idea ... da Wikipedia leggo che: "il 37% delle 825 specie di piante sono uniche al mondo". Tra queste spiccano la Rosa del Deserto  (Adenium obesum sokotranum) ed Il Sangue di Drago (Dracena cinnabari) che cresce solo in questi luoghi ed è il simbolo dell'isola

"Così come unici al mondo sono il 90% dei rettili e d il 95% dei serpenti di terra. La popolazione aviaria comprende 192 specie, 44 delle quali vivono sempre sull'isola, mentre 85 sono uccelli migratori (in parte a rischio di estinzione). In mare si contano 253 specie di coralli che danno vita ad una barriera, 730 specie di pesci e 300 granchi, aragoste e gamberetti".



>>Continua a leggere "Yemen: l'ultimo paradiso endemico a Socotra, L'Isola Felice!"

24386 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Zante o Zacinto ... il "Fiore di Levante" della Grecia!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 1 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Grecia

Navagio

Eccola qui Zante, meglio nota con il nome Zacinto, era così che veniva chiamata dai poeti del passato, tra cui  il nostro Ugo Foscolo! E' la terza isola greca, per grandezza, delle isole ionie (406 km²). Dista 9,5 miglia marine dalla costa del Peloponneso ed è situata a 300 km ad ovest di Atene.

Soprannominata Il "Fiore di Levante", l'isola presenta imponenti coste  rocciose e spiagge di sabbia dorata, una fitta e verde vegetazione ed il turista, nel sceglierla per la sua vacanza, può decidere  di partire da maggio fino alla fine di ottobre, perchè la stagione estiva a Zante è particolarmente lunga.

Le sue coste, nei mesi estivi, sono bagnate da acque caldissime e questo è stato motivo di attrazione da  parte delle simpaticissime tartarughe Caretta-Caretta che hanno scelto il loro luogo di riproduzione nel sud dell'isola, al pari della foca Monachus Monachus che si può incontrare nelle scoscese e rocciose coste occidentali. Tali eccelse presenze hanno suscitato l'interesse internazionale e, nel dicembre del 1999, è stato istituito il primo parco nazionale marino della Grecia

Come raggiungere l'isola

in aereo da Atene: con voli giornalieri della durata di 45 minuti e voli charter per tutto il periodo estivo da e per molte città europee, tra cui, ovviamente l'Italia. Esistono, inoltre voli che collegano Zante a Cefalonia (30 minuti), Corfù (2 ore) e Salonicco (3 ore e 10 minuti);

in nave dall'Italia: con compagnie di navigazione italiane e greche con partenza da Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi che arrivano fino a Patrasso e Killini. Da Killini partono i traghetti per Zante (1 ora 1/2 di traversata). E' possibile raggiungere Zacinto anche da Cefalonia (distanza 1 ora). 

Da Zacinto, inoltre, c'è la possibilità di visitare numerosi isolotti disabitati: nel golfo di Laganas ci sono Pelouzo e Marathonissi, mentre 27 miglia nautiche a sud dell'isola troviamo le Strofadi (Arpia e Stamfani) e St. John (di fronte a Porto Vromi).  

Gli itinerari che vi porteranno alla scoperta di Zante sono numerosi : uno dei più suggestivi vi farà scoprire la Zante "selvaggia", quella a Nord-Est ... ossia ...




>>Continua a leggere "Zante o Zacinto ... il "Fiore di Levante" della Grecia! "

16374 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milos. L'isola greca per famiglie e sportivi

Scritto da LDN - 100viaggi • Martedì, 8 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Grecia

Per chi pensa che unire le esigenze di tutta la famiglia sia un’impresa titanica, l'isola graca di Milos è la giusta meta per ricredersi. La splendida isola delle Cicladi mette tutti d’accordo. Mentre mamma e papà si godono il tanto atteso riposo e si perdono negli affascinanti tramonti e colori della costa, i figli giocano liberi sulle spiagge di sabbia poco affollate e si divertono con gli sport in acqua.

Pollonia Milos
Pollonia Milos - Foto di vrypan

Il golfo naturale dell’isola e la grande varietà costiera sono infatti ideali per cimentarsi in attività come il wind surfing, lo sci d’acqua, il beach tennis e il beach volley. Sull’isola si organizzano inoltre gite in canoa. Vietato dimenticare a casa pinne e maschera: lo splendido fondo marino di Milos è considerato un vero paradiso naturale!

Milos Cicladi
Foto di !!Ahmed!!

Per completare la vacanza con un tocco di avventura e scoprire tutti gli angoli nascosti di questa perla delle Cicladi, imperdibili le escursioni a bordo della barca Perseas del Capitano Andreas, in partenza da Pollonia, alla scoperta di splendide calette raggiungibili solo via mare. Nessuno resterà deluso! Altre imbarcazioni salpano anche dalla spiaggia di Kypou e da Adamas.



>>Continua a leggere "Milos. L'isola greca per famiglie e sportivi"

10046 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le spiagge del Marocco. Atlantiche o mediterranee... per tutti i gusti.

Scritto da LDN - 100viaggi • Martedì, 8 giugno 2010 • Commenti 2 • Categoria: Marocco

A soli 3 ore di volo dalle principali capitale europee, le spiagge del Marocco sono una delle destinazioni più richieste degli ultimi anni ma c'e' ancora molto da scoprire. La collocazione di questo paese fa di esso una destinazione d'eccellenza anche per il turismo balneare. Infatti il doppio versante atlantico e mediterraneo fa si che l'offerta spiaggia-mare riesca a soddisfare un pò tutte le richieste turistiche degli ultimi tempi.

Spiaggia Mare Marocco

Proprio per questa collocazione il Marocco conta diverse migliaia di chilometri di costa dai paesaggi variegati e dalle spiagge accoglienti.

Il versante atlantico del Marocco

Naturalmente le spiagge più frequentate sono situate non lontano dalle città, soprattutto sulla costa atlantica. Ma esistono altre centinaia in luoghi in cui la natura è rimasta incontaminata. Tutte permettono di assaporare le gioie della vita balneare e del relax più totale, o degli sport nautici più in voga.

Sull’Atlantico, la maggior parte delle spiagge è costituita da lunghe strisce di sabbia fine che si affacciano sulle onde dell’oceano. Le spiagge diventano sempre più calde man mano che si va verso sud, fino alla straordinaria baia di Dakhla.


>>Continua a leggere "Le spiagge del Marocco. Atlantiche o mediterranee... per tutti i gusti."

21147 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 29 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Austria, Brasile, Grecia, Italia, Portogallo, Stati Uniti, Turchia

Per il volo libero in deltaplano e parapendio si annunciano tempi di assoluto impegno dal punto di vista organizzativo e come mantenimento del primato mondiale conquistato dai piloti azzurri. L’Italia sta al vertice internazionale per i tanti titoli vinti, primi fra tutti i quattro mondiali di deltaplano, ala flessibile ed ala rigida, a squadre ed individuale, grazie al trentino Alex Ploner questi ultimi.

La scorsa estate il romano Andrea Iemma ai WAG 2009, cioè i giochi mondiali dell’aria, ha conquistato la medaglia d’oro in acrobazia. Nel parapendio l’Italia ha vinto la superfinale di Coppa del Mondo a Poggio Bustone (Rieti), è vice campione del mondo e terza agli europei.

Grazie a questi titoli ed ai piazzamenti internazionali dei nostri piloti, siamo volati in testa alla classifica per nazioni.

I prossimi appuntamenti ci vedranno competere in aria e protagonisti a terra come organizzatori: dal 30 luglio al 8 agosto 2010 nel sito del Monte Cucco (Sigillo, Perugia) l’Italia organizzerà i pre-mondiali di deltaplano, evento staffetta dei campionati del mondo che ospiteremo nella stessa località e periodo l’anno successivo.


>>Continua a leggere "Inseguendo per il mondo gli appuntamenti 2010 di deltaplano e parapendio"

5767 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mauritius: il mare nel cuore, tra eventi appassionanti ed esclusivi ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 28 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mauritius

Le spiagge candide e le lagune cristalline a Mauritius sono una realtà. Come la passione per il mare. Allora, oltre ad ammirarlo sorseggiando un drink sdraiati sulla chaise longue di un resort da favola, vivetelo “alla mauriziana”, grazie a una serie di eventi esclusivi e appassionanti che hanno proprio il mare nel cuore.

La regatta è un evento sportivo e culturale unico per l’isola. Si tratta di una competizione tradizionale di piroghe mauriziane che si svolge nelle acque trasparenti della laguna di Mahébourg.

Questo evento è un modo davvero speciale per scoprire la bellezza dell’Oceano indiano insieme alla storia e alla cultura dell’isola. Le piroghe utilizzate sono, infatti, quelle costruite tradizionalmente dagli antichi abitanti dell’isola.

Le prime regate di questo tipo ebbero luogo proprio nella baia di Mahébourg, fin dall’arrivo degli olandesi, nel 1598. La tradizione fu portata avanti fino al 1810, anno della grande battaglia di Grand Port in cui i francesi sconfissero in queste acque la marina inglese. Nel 2008 l’usanza è stata ripristinata, con grande entusiasmo tanto dei locali che dei visitatori. Una decisione intelligente che unisce l’amore per la cultura creola e il grande rispetto per l’ambiente, due degli elementi che rendono Mauritius un luogo unico al mondo.


Per chi ama la pesca d’altura, invece, l’appuntamento è dal 25 febbraio al 3 marzo, per la nuova edizione della prestigiosa Marlin World Cup. Una competizione tag&release che si svolge al largo delle coste occidentali e meridionali dell’isola, considerate una delle zone migliori al mondo per questo tipo di pesca. 

L’evento appartiene all’IFGA Offshore Championship circuit, un prestigioso circuito internazionale. Il vincitore della tappa mauriziana acquisirà anche il diritto di partecipare al Campionato mondiale che si terrà nel maggio 2011 a Cabo San Lucas, in Messico.

Equipaggi provenienti da tutto il pianeta si sfideranno cercando di aggiudicarsi la preda più ambita: il black marlin. Dal 2010 la Marlin world cup torna alle origini, ospitata di nuovo dall’hotel La pirogue, recentemente riaperto dopo significativi lavori di ammodernamento. Oltre all’esperienza unica di pescare in queste acque, la competizione è anche l’occasione per gustare l’allegria mauriziana nelle serate di festa per celebrare gli equipaggi vittoriosi.



>>Continua a leggere "Mauritius: il mare nel cuore, tra eventi appassionanti ed esclusivi ..."

8202 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 22 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Malesia

La Via Ferrata del Monte Kinabalu all'interno del Parco Nazionale del Kinabalu in Malesia è da poche settimane il tratto più alto del mondo. Un vero e proprio Guiness de Primati, superando le più rinomate Vie Ferrate tipiche dell'Alpi Europee.

Il Monte Kinabalu si trova nella regione del Sabah, in Malesia e vanta un'altezza di 4.095 metri sul livello del mare. La Via Ferrata - che ricordiamo per i non appassionati di questa disciplina - è un tragitto, un percorso di montagna, predisposto con una serie di gradini, rotaie e cavi da abbracciare e da utilizzare per completare il tragitto. Sono percorsi con un grado di difficoltà decisamente superiore rispetto a senitieri di montagna per la famiglia ed è quindi consigliato principalmente ad esperti ed appassionati.

La Via Ferrata più alta del mondo è gestita dalla società Mountain Torq Sdn Bhd, che possiete un'altro tratto sul medesimo Monte Kinabalu.
La via ferrata detentrice del nuovo record inizia a 3.411 metri e termina a 3.776 metri, con un dislivello superiore ai 360 metri.



>>Continua a leggere "La via ferrata più alta del mondo, sul Monte Kinabalu in Malesia"

14043 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La Top 10 delle Spiagge per Famiglie in Sudafrica...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Martedì, 5 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Sud Africa

Durban

Riunite la vostra famiglia, preparate il cestino per il pic-nic e andate alla ricerca delle spiagge ideali da vivere con la famiglia in Sudafrica, dove potrete trascorrere dei momenti di puro divertimento sotto al sole!

Humewood Beach, Port Elizabeth:
circondata da innumerevoli attrazioni e da un’infinità di attività e sport acquatici tra i quali scegliere, questa spiaggia con Bandiera Blu è una delle mete preferite dalle famiglie per le vacanze.

Humewood Beach - Port Elizabeth



Clifton 4th Beach, Cape Town:

semplicemente la spiaggia preferita di Cape Town. Dalle modelle alle mamme, davvero tutti adorano Clifton. Siete però avvisati: l’Oceano Atlantico vi regalerà fresche temperature!

Clifton 4th Beach - Cape Town


Margate Main Beach, South Coast, KwaZulu-Natal:

le famiglie amano questa spiaggia dove il divertimento è assicurato! Durante l’estate sudafricana, tra aprile e dicembre, festival, attività e sport tengono impegnati i bambini per ore intere, permettendo ai genitori di godersi il mare in tranquillo relax.




Bikini Beach, Gordon’s Bay, Western Cape:

riparata da False Bay, questa spiaggia incontaminata è famosa per il clima caldo, per le onde tranquille e per le piscine naturali, ideali per i bambini. Non mancano il lungomare per le passeggiate e vari ristoranti nelle vicinanze.


Bikini Beach Gordon's Bay - Western Cape


>>Continua a leggere "La Top 10 delle Spiagge per Famiglie in Sudafrica..."

14215 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gli Stadi di Calcio 2010 in Sudafrica

Scritto da LDN - 100viaggi • Venerdì, 18 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Sud Africa

Entro giugno 2010 il Sudafrica arriverà ad avere complessivamente 250.000 posti in più negli stadi, una fatto positivo se si considera l’enorme ondata di tifosi che arriveranno nel paese alla ricerca di un posto dove sedersi per guardare comodamente la partita.

Con l’avvicinarsi dei Mondiali di Calcio FIFA TM 2010, l’architettura dei nuovi stadi sudafricani è pronta per farsi ammirare.

A Cape Town, il Green Point Stadium ha modificato il panorama sulla costa ovest. Lo stadio può contenere fino a 68.000 spettatori e sorge lungo le rive dell’Oceano Atlantico, probabilmente in uno degli scenari più suggestivi al mondo, con l’imponente Table Mountain alle sue spalle.

Cape Town Stadium - Sudafrica

All’interno dello stadio si trova un centro per i visitatori nel quale vengono organizzate delle conferenze su diversi argomenti correlati al calcio e allo stadio stesso, oltre che a visite guidate.


>>Continua a leggere "Gli Stadi di Calcio 2010 in Sudafrica"

18622 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mauritius e Golf: un Green da VIP

Scritto da LDN - 100viaggi • Giovedì, 12 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mauritius

Splendidi tracciati immersi in una natura incontaminata e con un servizio a cinque stelle.
Facile capire perché campioni del golf e bei nomi del cinema e dello spettacolo scelgono Mauritius per mettere alla prova il proprio swing.

Se anche voi amate questo sport, sull’isola avrete la possibilità di esercitarvi su bellissimi green o di vedere all’opera i professionisti della disciplina durante una stagione ricca di eventi.

Si inizia il 29 novembre con l’Heritage Air Mauritius golf festival, ospitato, fino al 6 dicembre, dall’Heritage Awali golf and Spa resort.
Siamo ormai alla quarta edizione dell’evento organizzato nel cuore della meravigliosa tenuta di Bel Ombre.

Il tracciato, par 72, disegnato dal noto Peter Matkovitch, si snoda tra distese verdi dolcemente ondulate, laghetti e corsi d’acqua, con una straordinaria veduta della laguna meridionale, e integra il castello di Bel Ombre, da cui il nome di Golf du Château, e il parco circostante.


>>Continua a leggere "Mauritius e Golf: un Green da VIP"

10494 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!